Juve, Szczesny è davvero la soluzione giusta per la porta?

szczesny
© foto www.imagephotoagency.it

La Juve ha fatto bene a puntare sul polacco? Oppure, bloccato da Buffon, potrebbe fare la fine di Neto?

Già da diversi giorni, sembra imminente l’approdo ufficiale in bianconero di Wojciech Szczesny. L’ex portiere della Roma, tornato all’Arsenal per la fine del prestito che lo legava ai giallorossi, è stato subito messo sul mercato dalla società londinese che ha trovato nella Juventus la prima società interessata. Come detto ieri da Allegri, tuttavia, l’affare non è ancora definitivamente chiuso: secondo l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, infatti, anche l’Inter sarebbe interessata ad inserirsi nella trattativa, tant’è che Sandro Sabatini sarebbe addirittura pronto a presentare un’offerta più ingente sia all’Arsenal che al portiere polacco.

E’ LA STRADA GIUSTA? – Szczesny, tuttavia, è stato convinto sin da subito dal progetto bianconero e sarebbe molto difficile che possa cambiare idea in così poco tempo. Non è ancora chiaro, però, il ruolo che ricoprirà il polacco sotto la Mole. In una recente intervista, Buffon ha dichiarato di voler disputare almeno un’altra stagione alla Juventus da titolare, il che escluderebbe un percorso di inserimento immediato da parte dell’ex romanista con la maglia bianconera. Bisogna capire se questa strategia possa convenire ad entrambe le parti: la Juve, infatti, ha visto nel polacco un estremo difensore già formato e che garantisce affidabilità immediata, ma, dal canto suo, Szczesny è un portiere esperto e che crediamo non abbia intenzionato di trascorrere un’intera stagione da secondo, seppure di una leggenda come Buffon. Ecco perché, probabilmente, la Juventus da un lato farebbe meglio a puntare su qualche giovane portiere promettente, che possa imparare da SuperGigi nel corso della prima annata, accettare di esserne il vice e sostituirlo al momento del suo ritiro. Ed in quest’ottica, nessun portiere meglio di Meret rispecchierebbe tale identikit: il giovane portiere, dopo aver disputato una grande stagione vincendo il campionato di Serie B con la Spal, è tornato all’Udinese, squadra proprietaria del cartellino, ed è insieme a Donnarumma il portiere italiano che promette il futuro più roseo.

Articolo precedente
douglas costaBayern, prezzo fissato per Douglas Costa: la Juve cerca l’intesa
Prossimo articolo
piazza san carlo torino giugno 2017Piazza San Carlo: nessuna speranza per Erika, la tifosa gravemente ferita