Juve, ufficiale: ecco le nuove maglie 2017/18 – FOTO

© foto Maglia Juve 2017/2018

Un ritorno al passato e un salto al futuro: colletto bianco basso e nuovo logo, così sarà la prima divisa della Juve versione 2017/18

Già Cuadrado aveva fatto lo spoiler. Poi erano uscite le prime versioni sul mercato indonesiano e australiano. Ora però è ufficiale: la Juventus 2017/18 presenta la sua nuova maglia. Un design ridefinito rispetto a quello attuale. Strisce più strette, predominanza del bianco e soprattutto colletto bianco coi bottoni (in stile anni’40). Un ritorno al passato che si sposa però piuttosto bene col nuovo logo e le tre stelle sopra.

SCUDETTO – Lo sponsor tecnico rimane l’Adidas, con gli inserti dorati. Ci sarà poi spazio per il tricolore dello Scudetto e quello della Coppa Italia, anche se quello che naturalmente fa più dispiacere è l’assenza del marchio della Champions. Cardiff però ha espresso la sua sentenza e la Juve deve ripartire così, con questo mix fra passato e futuro. A fare da modelli per il lancio della nuova maglia Buffon (con addosso la felpa da allenamento total black con logo bianco), Bonucci, Sturaro e Dybala. Un indizio di calciomercato? Sembrerebbe di no, visto che lo scorso anno erano stati scelti come tesimonial Morata ed Hernanes

VENDITA – Come specificato nel comunicato ufficiale «la nuova divisa Home sarà in vendita esclusiva per una settimana solo sul nostro Store Online ufficiale e negli Juventus Store, oltre che negli adidas Global Retail Store e negli store adidas online». Inoltre «tornando al passato recente, ovviamente, saranno ben visibili i simboli delle vittorie bianconere nella stagione appena conclusa. Parliamo dello Scudetto e della Coccarda della Coppa Italia, che saranno applicati rispettivamente sopra il logo adidas e sopra il logo Juventus».

Pubblicato da Juventus su Mercoledì 7 giugno 2017

Pubblicato da Juventus su Mercoledì 7 giugno 2017

Pubblicato da Juventus su Mercoledì 7 giugno 2017

Pubblicato da Juventus su Mercoledì 7 giugno 2017

Articolo precedente
marotta agnelli paraticiBrandfinance, Juventus tra le prime cinque in Europa
Prossimo articolo
Paragone: «Anti-juventinità? Diritto tifare contro squadra che si odia»