Juve, ultimo giorno di mercato: arriverà il colpo in extremis?

spinazzola
© foto www.imagephotoagency.it

Marotta ha dichiarato chiuso il mercato della Juventus, ma ci sono ancora alcuni capitoli che non sono stati chiusi definitivamente

Dopo aver trascorso una giornata in ansia per conoscere le condizioni di Khedira dopo l’infortunio al ginocchio patito in Nazionale, la Juventus ha potuto tirare un sospiro di sollievo: il tedesco, infatti, non sarà presente nella trasferta in Repubblica Ceca, ma potrebbe tornare a disposizione del tecnico Joachim Low in vista della successiva sfida casalinga contro la Norvegia. Allarme rientrato quindi, Khedira non dovrebbe avere problemi nel mettersi a disposizione di Allegri in vista dei prossimi impegni e Marotta ha potuto liberamente considerare chiuso il mercato della Juventus.

LE QUESTIONI APERTE – Ma ci sono ancora alcuni nodi da sciogliere, sia per quanto riguarda il mercato in entrata che per quello in uscita. Innanzitutto, bisogna puntualizzare che, qualora non venisse acquistato un centrocampista in extremis, Allegri potrebbe dover dimenticare l’idea di un centrocampo a tre, quantomeno fino a gennaio: con Marchisio e Khedira che hanno iniziato la stagione in condizioni non perfette, infatti, al tecnico livornese rimarrebbero a disposizione in quel ruolo i soli Pjanic, Matuidi, Bentancur (che ha comunque ben impressionato) e Sturaro, il che rappresenta un reparto troppo magro dal punto di vista numerico.

E SPINAZZOLA? – C’è poi ancora da chiarire il discorso legato a Leonardo Spinazzola, questione che tra l’altro vincola anche la posizione del laterale juventino Asamoah: qualora la Dea, infatti, riuscisse ad acquistare in extremis dal Genoa Laxalt, Spinazzola si libererebbe e potrebbe (per sua immensa gioia) accasarsi a Torino, permettendo così all’esterno ghanese di trasferirsi al Galatasaray, squadra che gli riserverebbe sicuramente più minutaggio rispetto alla Juve.

Condividi