Juve, un calciomercato di rimpianti: ecco gli affari sfumati

schick
© foto www.imagephotoagency.it

Oltre ad un pezzo da novanta per rinforzare la mediana, la Juventus ha soltanto sfiorato l’accordo con Schick e Keita

Come accade tutte le estati, anche in questa sessione di calciomercato è stata accostati alla Juventus una mole indefinibile di giocatori che, per un motivo o per l’altro, i bianconeri non sono riusciti a portare a Torino. Doveva, ad esempio, arrivare un rinforzo a centrocampo oltre a Matuidi ed un vice-Bonucci, che potesse sostituire l’ex centrale del Bari quanto meno nelle caratteristiche tecniche: non si è visto nulla di tutto ciò, ma sono altre due le trattative che la Juve ha clamorosamente sfumato in questa finestra di mercato.

SCHICK, CHE STORIA! – Gli affari (poi non conclusi) in questione riguardavano gli innesti di Patrik Schick e Keita Balde. In particolare il primo, infatti, si era presentato allo J Medical per sostenere le visite mediche di rito intorno a metà giugno, dalle quali però era emerso un problema fisico accusato dall’attaccante ceco che ha indotto la Juve a fare un passo indietro: adesso che tale problema sembra essere stato superato, la concorrenza bianconera è stata sconfitta dalla Roma, la quale ha messo sul piatto 42 milioni di euro ed ha convinto il presidente blucerchiato Ferrero a cedere il suo gioiello. Situazione analoga quella di Keita Balde, in quanto il laziale era un promesso sposo della Juve, la quale ha però scelto di temporeggiare per cercare di convincere Lotito ad abbassare la richiesta: il presidente biancoceleste ha anch’egli atteso l’offerta giusta che è arrivata dall’estero, con il Monaco che ha sborsato ben 30 milioni di euro per acquisire le prestazioni dello spagnolo.

Condividi