Nasce la Juventus di Allegri 4.0: le richieste di Max per la Champions

allegri
© foto Massimo Pinca

Il tecnico bianconero ha esposto i suoi piani alla dirigenza. Nasce la Juventus di Allegri 4.0: ecco le richieste di Max

La nuova Juventus ha piantato la prima radice in vista della prossima stagione. Con il rinnovo di Massimiliano Allegri, arrivato ieri, è partita ufficialmente la nuova annata bianconera. Il tecnico ha incontrato ieri Agnelli, Marotta, Paratici e Nedved, e ha gettato le basi per il prossimo mercato. Secondo “La Gazzetta dello Sport” l’allenatore bianconero ha mosso in particolare due richieste alla sua dirigenza: Max vuole almeno un nuovo fuoriclasse e più alternative a centrocampo.

CONFERMATO IL 4-2-3-1 – Il tecnico ha confermato alla dirigenza l’intenzione di proseguire sulla linea tracciata a gennaio: si va avanti con il nuovo modulo, quel 4-2-3-1 che ha fatto la fortuna della Juve a partire dal 15 gennaio in poi, vale a dire dal giorno di Juventus-Lazio. Allegri è il vero top player della Juventus: il tecnico guadagnerà 7 milioni di euro a stagione che diventeranno 8 con i bonus, più di quanto incassano Dybala e Higuain. Accontentan­dolo la società ha voluto dare un segnale: è lui il vero top player, l’uomo che ha aiutato la Juve a entrare nella leggenda.

LE RICHIESTE DI MAX – Il tecnico vorrebbe un diverse alternative a centrocampo: Iniesta è il grande sogno ma si pensa anche a N’Zonzi del SivigliaVerratti, Emre Can, Tolisso e Fabinho. Volti nuovi anche negli altri reparti. Se dovesse partire Bonucci arriverà uno tra de Vrij e Marquinhos ma Rugani avrà maggiore minutaggio), in caso di addio di uno tra Dani Alves e Lichtsteiner arriverà De Sciglio dal Milan. Poi Marotta si concentrerà sull’attacco: Douglas Costa, Di Maria, Bernardeschi, Keita e Schick sono i nomi più caldi.

LA FORMAZIONE DEI SOGNI DI ALLEGRI – Questo il possibile 4-2-3-1 della Juve secondo La Gazzetta dello Sport:
Buffon (Szczesny); Dani Alves (De Sciglio, Lichtsteiner), Bonucci (Rugani, Barzagli), Chiellini (de Vrij, Benatia), Alex Sandro (Asamoah); Pjanic (Fabinho, Tolisso), N’Zonzi (Khedira, Emre Can); Cuadrado (Douglas Costa), Dybala (Pjaca), Mandzukic (Keita); Higuain (Schick).

Articolo precedente
schickSchick a un passo dalla Juventus: si chiude in settimana
Prossimo articolo
Modric: «Abbiamo vinto con la Juve perché abbiamo scoperto il loro punto debole»