Connettiti con noi

News

Juventus-Napoli, le pagelle: Howedes in cattedra, ma Benatia sbaglia! E Dybala fa peggio

Pubblicato

su

Juventus-Napoli, le pagelle: Pjanic è il solito professore, Howedes stupisce. Ma la grande delusione è Dybala, un fantasma allo Stadium

BUFFON 6 – Risponde presente in un paio di circostanze. Per il resto osserva. Anche quando Koulibaly sale in cattedra.

HOWEDES 7 – Bene in avvio da terzino, impeccabile da centrale. Se solo la Juve lo avesse avuto a disposizione per tutta la stagione…

BENATIA 5 – Si perde Koulibaly in occasione del gol. L’errore può costare lo Scudetto.

CHIELLINI NG – Maledetto polpaccio. (11′ st LICHTSTEINER 6 – Entra con il piglio giusto e non combina guai. Ed è già una notizia, di questi tempi).

ASAMOAH 5.5 – Era uno dei più in forma. Ma, vuoi per la tensione vuoi per la pericolosità di Callejon, finisce per impaurirsi quando c’è da spingere.

KHEDIRA 5.5 – Al piccolo trotto, come al suo solito. Ma stavolta non si vede praticamente mai.

PJANIC 6.5 – Illumina la manovra con tocchi sublimi, che gli appartengono da repertorio. Ma purtroppo per lui, soprattutto nella ripresa, predica nel deserto.

MATUIDI 6 – Corre, corre e corre ancora. Jorginho non ha mai fiato, ma si limita a difendere soltanto.

DOUGLAS COSTA 5.5 – Qualche fiammata scalda uno Stadium addormentato da una partita bruttissima. Ma fa poco altro. In area non ci arriva quasi mai (25′ st MANDZUKIC 6 – Quando entra fa il terzino. E lo fa senza pecche)

HIGUAIN 5 – Sonnecchia. E un po’ si ritrova a dover sgomitare da solo contro tutto il Napoli. Certo, non gli arriva neanche un pallone buono.

DYBALA 5 – Evanescente. Contro il Real Madrid è stato dannoso, mentre contro il Napoli è semplicemente stato inutile. Forse, rinunciare alla Joya in estate, non sarà un problema (1′ st CUADRADO 5.5 – Rispetto a Dybala è maledettamente più pericoloso. Però anche lui, quando c’è da sferrare il colpo, si tira indietro).

ALL. ALLEGRI 5.5 – Ha fatto tutto il possibile, da ottimo calcolatore, per strappare lo 0-0 più importante della sua carriera. Ma stavolta ha perso. Lui più di tutti. Ma ricordate bene: se dovesse andare via verrà tanto, ma tanto rimpianto.