Juventus-Torino, le decisioni del Giudice Sportivo

juventus-torino
© foto www.imagephotoagency.it

Stangata per Mihajlovic per l’espulsione in Juventus-Torino, ma anche la società bianconera dovrà pagare un’ammenda

Ufficiali le decisioni del Giudice Sportivo dopo il derby della Mole. Due giornate (come previsto da regolamento) per Sinisa Mihajlovic in seguito al duro battibecco con il quarto uomo e alla successiva entrata in campo dopo l’espulsione di Acquah (un turno di squalifica per lui). Non la passa liscia però nemmeno la Juve, che dovrà pagare un’ ammenda di 5.000 euro per «avere i suoi sostenitori  lanciato al 39′ del primo tempo una bottiglietta in plastica semipiena in direzione di un calciatore della squadra avversaria senza colpirlo; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza».

MIHAJLOVIC – Per quanto riguarda l’allenatore del Toro queste invece le motivazioni ufficiali: « per avere, al 12° del secondo tempo, contestato una decisione arbitrale affrontando in maniera minacciosa il Quarto Ufficiale venendo a contatto con il medesimo e rivolgendogli epiteti insultanti e gravemente ingiuriosi; e per essere, successivamente, entrato sul terreno di giuoco, rivolgendo all’Arbitro espressioni insultanti ed ingiuriose».

Articolo precedente
Juve, in guardia: quella dei monegaschi è soltanto apparente rassegnazione
Prossimo articolo
monacoRaggi attacca: «Juve? Squadra cattiva, basta vedere l’andata»