Juventus Under 17 campione alla Scopigno Cup: quali indicazioni ha avuto Pedone

© foto www.imagephotoagency.it

Juventus Under 17 campione alla Scopigno Cup: le indicazioni che ha avuto Francesco Pedone nel torneo estivo vinto dai bianconeri

La Juventus Under 17 ha esposto in bacheca il suo secondo torneo estivo di questa stagione. Dopo la Youth Cup (vinta in finale con lo Standard Liegi), la squadra di Francesco Pedone ha fatto sua anche la Scopigno Cup, superando all’ultimo atto la Lazio per 2-1. Cammino impeccabile per i bianconeri nella competizione, condito da 4 vittorie in altrettanti match: Lazio, Lugano, Pescara e nuovamente i biancocelesti in finale le vittime sacrificali di una Juventus già in grande spolvero. E le risposte avute da Pedone in questo torneo non possono che allietarlo per l’inizio della stagione…

Juventus Under 17: conferme e sorprese nell’undici titolare

Due punti di forza da evidenziare in prima battuta: la difesa e l’attacco dei bianconeri. 2 sole reti subite nell’arco dell’intera manifestazione, a simboleggiare come Pedone abbia fin da subito iniettato nelle vene della sua linea arretrata una sana dose di solidità e compattezza. Il rovescio della medaglia propone un retrogusto dolce per il reparto offensivo: 13 gol totali messi a segno dagli attaccanti, in grado di lasciarsi in fretta alle spalle quei mesi di inattività causa Covid-19, rispolverando subito il fiuto per la porta.

La Juventus è ripartita da tre certezze: Nicolò Turco, Luis Hasa e Tommaso Galante. I tre gioielli della cantera hanno preso per mano la squadra, formando l’ossatura e la spina dorsale attorno alla quale costruire le azioni di gioco. 1, 2 e 3 gol rispettivamente messi a segno dai tre classe 2004 nella competizione, ai quali si vanno aggiungere le due reti di Ventre, e quelle di Pellitteri, Valdesi, Ledonne e Strijdonck. Il nuovo acquisto ha dato una nota di vivacità e freschezza alla corsia di sinistra, aggiungendo un’arma letale in più nella faretra di Pedone.

Capitolo formazione. Scaglia e Cordaro hanno difeso con sicurezza i pali della porta dell’Under 17, venendo protetti da una solida difesa a quattro. Ventre e Marangoni a destra, Blesio e Rouhi a sinistra danno garanzie sulle fasce, così come il pacchetto dei centrali: Nobile, Dellavalle, Elefante e Antolini. Ledonne, Doratiotto e Maressa formano uno dei terzetti di centrocampo più qualitativi e talentuosi, uniti ai ricambi in corsa Pellitteri e Valdesi. In attacco Pedone non può che divertirsi: Turco, Galante, Hasa, Strijdonck, Condello a formare un reparto caratterizzato da calciatori con qualità differenti tra loro e complementari.

Juventus Under 17: quali risposte ha avuto Pedone

«Siamo ripartiti con tanto entusiasmo e voglia di fare. Ci auguriamo tutti che sia l’inizio per una buona ripresa». Così aveva esordito Francesco Pedone a margine del primo impegno dei suoi ragazzi alla Scopigno Cup. «Tanti mesi di stop si sentono – aveva proseguito – Abbiamo cercato di ridare vita al nostro movimento, disputando il torneo in Germania. Siamo felici di aver iniziato, conosciamo le difficoltà ma siamo contenti di rivivere il rientro».

«Sono un po’ di anni che alleno i ragazzi, mi piace tantissimo e trovo tanta soddisfazione nel mio lavoro. Quando vedi il lavoro dopo mesi è una grande soddisfazione. Questo è il quarto anno che sono alla Juve. C’è grande attenzione dal club, chi è qui è fortunato. La Juve cerca sempre di trovare il modo di innovarsi, noi cerchiamo di fare il massimo per loro». Mirino puntato sugli obiettivi, le gratificazioni e le aspettative per la nuova stagione, con Pedone che ha potuto toccare con mano risposte importanti da parte dei suoi ragazzi. E la stessa Juventus, sui suoi canali ufficiali, ha riconosciuto il grande lavoro svolto dall’allenatore in questi primi impegni stagionali…

LEGGI ANCHE: Juventus-Lazio Under 17 2-1: trionfo bianconero alla Scopigno Cup

Condividi