Connettiti con noi

News

Kulusevski e non solo: i sei ex che si sono rilanciati lontano dalla Juve

Pubblicato

su

Kulusevski e non solo: i sei ex calciatori della Juventus che hanno rilanciato le rispettive carriere lontano da Torino

Questa mattina Dejan Kulusevski è tornato a parlare della Juventus e della scelta di trasferirsi lontano da Torino per riprendere in mano una carriera che gli sembrava ormai scivolata tra le mani. L’ex bianconero si sta da qualche mese mettendo in mostra con la maglia del Tottenham, aumentando i rimpianti della Juve. Ma lo svedese è soltanto uno degli ultimi calciatori che avrebbero ancora potuto dire la loro in bianconero.

Dejan Kulusevski

Come si accennava Dejan Kulusevski è probabilmente uno dei più grandi rimpianti della storia recente della Juventus. A Torino non è riuscito a ripetere quanto di buono fatto vedere all’Atalanta e al Parma (prestazioni e giocate che spinsero i bianconeri a sborsare più di 35 milioni di euro per lui), mentre in Inghilterra la musica è completamente cambiata: 6 reti (una in più di quelle messe a segno in un anno e mezzo in bianconero) in 25 presenze con gli Spurs, senza considerare gli assist per i compagni sono già sufficienti a farlo rimpiangere.

Rodrigo Bentancur

Volato in Premier League insieme allo svedese, Rodrigo Bentancur alla Juventus si era anche ritagliato uno spazio ma i bianconeri hanno deciso di privarsi di lui senza troppi problemi. E anche lui, come Kulusevski, si è immediatamente ambientato al Tottenham mostrando la sua classe e la sua qualità, fatte vedere invece solo a intermittenza alla Juventus. 17 presenze e una rete finora oltremanica per il 25enne centrocampista uruguaiano.

Joao Cancelo

Probabilmente il rimpianto maggiore per i tifosi juventini, che ancora oggi non si danno pace di come sia sfuggito loro tra le mani uno dei terzini più forti e completi che il panorama calcistico europeo ad oggi possa offrire. Joao Cancelo era già all’epoca un top nel suo ruolo, eppure Guardiola è riuscito a migliorarlo, a spostarlo indifferentemente da un versante all’altro e a farlo diventare un terzino di spinta, corsa, qualità e costruzione. Il City oggi è il contesto perfetto per lui, ma a Torino non smettono di rimpiangerlo.

Leonardo Spinazzola

Una grande stagione in bianconero (memorabile in particolare la gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro l’Atletico Madrid) prima di essere ceduto alla Roma per ragioni relative al bilancio. È questo ciò che rimane di Leonardo Spinazzola ai tifosi della Juventus: l’esterno giallorosso, tra i migliori dell’Italia nel trionfo agli ultimi campionati europei, si sta rivelando la freccia in più nell’arco della Roma (lungo infortunio a parte).

Merih Demiral

Ceduto in prestito all’Atalanta perchè non poteva essergli garantito uno spazio quantomeno sufficiente per continuare a crescere, Merih Demiral ha saputo rimboccarsi le maniche conquistando in pochi mesi i tifosi dell’Atalanta e divenendo uno dei pilastri della difesa di Gasperini. In estate è stato anche riscattato dalla Dea che ha deciso così di gestire il 100% del cartellino del turco, rinato dopo l’addio alla Juventus.

Paulo Dybala

Diverso il caso di Paulo Dybala, ma comune sembrano essere gli sviluppi. L’argentino ha lasciato forzatamente la Juve al termine del contratto con i bianconeri scaduto il 30 giugno scorso e si è rimesso in discussione in una nuova e diversa realtà mostrando ancora una volta le sue qualità. Nel caso della Joya il rimpianto è e resta circoscritto alla sola tifoseria bianconera, che ancora adesso non comprende pienamente i motivi che hanno spinto la società a fare valutazioni differenti.

News

VIDEO

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.