La Juve sbanca Pescara, 11 punti allo Scudetto

juve
© foto Massimo Pinca

I bianconeri vincono il match nel primo tempo con la doppietta del Pipita, una seconda frazione di gestione del vantaggio:esce Dybala al 52′ per una botta e leggera distorsione alla caviglia

Turno favorevolissimo di campionato per la Juve che trionfa per 2-0 a Pescara contro i biancazzurri di Zeman e, complice il pareggio interno della Roma, allunga in classifica e vola a + 8 in graduatoria. Mancano solo 11 punti in carniere e poi sarà Scudetto. Queste le notizie ottimali in casa Juve, meno l’infortunio di Dybala, su un intervento killer da parte di Muntari, nemmeno punito dal direttore di gara. I report circa le condizioni della Joya sono discretamente ottimiste in ottica Champions contro il Barcellona, l’argentino ha subito un colpo alla caviglia con leggera distorsione che verrà attentamente monitorata nei prossimi giorni, ma se non ci saranno complicazioni, Paulo potrà esserci al Camp Nou.

Non dovrebbe essere nulla di compromettente, però si attendono aggiornamenti. Madama addormentata per i primi 20 minuti di Pescara, ritmi bassi, probabilmente segnati dal gran caldo, con Mister Allegri imbufalito in panca, che individua in Pjanic e Cuadrado i colpevoli del poco smalto in campo. Così fa scaldare Lemina e Rincon, e la mossa si rivela azzeccata almeno per il colombiano che incomincia a sprintare e a saltare gli avversari come birilli e mette lo zampino in entrambe le realizzazioni del Pipita, centravanti eccezionale giunto a 29 reti stagionali. La Juve la chiude nel primo tempo, nel secondo la squadra di Rugani e compagni, gestisce il vantaggio,magari con poca intraprendenza, ma porta a casa un risultato perfetto con il minimo sforzo, allungando in classifica.

A 6 turni dalla fine del campionato, questa appare la giornata fatidica per intravedere il sesto scudetto consecutivo, certo nulla di definitivo ma la Roma di questi tempi pare davvero troppo distante per impensierire la Vecchia Signora. Profumo di tricolore, insomma. Buonissima prova di Rugani, che non sbaglia un pallone, Cuadrado devastante quando decide di partire a razzo e Higuain che, pur non disputando la miglior performance della stagione, timbra il cartellino per due volte. Ora si attendono buone notizie sulle condizioni di Paulo Dybala, la partita contro il Barcellona è fondamentale per la Champions e per la stagione a tinte bianconere.

Articolo precedente
Maurizio Schincaglia: «Barça-Juve? Vedo favoriti i bianconeri»
Prossimo articolo
barcellonaBarcellona, Leo Messi avverte la Juve- VIDEO