La tecnologia va in finale di Coppa Italia

serie A
© foto www.imagephotoagency.it

La prossima Coppa Italia avrà la VAR aperta e l’arbitro avrà la possibilità di cambiare decisione

La VAR (Video assistant referee) sarà utilizzata a partire dagli ottavi di finale in poi nella prossima Coppa Italia. C’è chi sogna di vederla anche in Serie A, come il presidente dell’Aia Marcello Nicchi che vorrebbe utilizzare la moviola già nella prossima finale di Tim Cup, ma bisognerà attendere il 2018-2019 per vederla in A. Bisogna sottolineare che, per un passaggio così rischioso in campionato e in Coppa Italia, occorre sia l’approvazione della Fifa che un presidente di Lega con pieni poteri in grado di sostenere in prima persona un passaggio così importante. A quanto pare manca poco all’arrivo della tecnologia in aiuto dei nostri arbitri. La sperimentazione sul campo è già attiva e la sua attuazione è dietro l’angolo. La VAR fornirà la possibilità agli arbitri di rivedere il replay delle azioni decisive e, in caso di sviste, cambiare  decisione. Un passo importante che simboleggia un grande cambiamento nel modo del calcio. La tecnologia giunge in aiuto dell’arbitro che avrà la possibilità, grazie ad essa, di non sbagliare più. La sperimentazione funziona, il gruppo di Roberto Rosetti (responsabile del progetto VAR) cresce ma l’attuazione ha bisogno di sicurezze, una sola mossa avventata potrebbe bruciare il progetto.

Articolo precedente
higuainIl Pipita abbatte il Chievo, ora sotto con il Barcellona
Prossimo articolo
Juventus-GenoaLe statistiche raccontano le vittorie bianconere