LAVAGNA TATTICA – Alex Sandro soffre i cross sul secondo palo

© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio contro la Juve ha cercato con insistenza il cross sul secondo palo, soprattutto sul lato di Alex Sandro. I rischi della difesa a zona

La Lazio ha studiato soluzioni ad hoc per trovare impreparata la Juve. Quando non c’era spazio per uscire in modo pulito dal basso, i biancocelesti hanno giocato molto sul lungo, appoggiandosi in particolar modo a Milinkovic-Savic. La Juve si è trovata di fronte un avversario che ha alzato molto la palla, con tanti cambi di gioco per colpire sul lato debole (sia Lulic che Lazzari hanno mantenuto una posizione alta e aperta). Più che nel gioco sul corto, la squadra di Sarri ha sofferto parecchio queste situazioni tattiche.

Quando i biancocelesti consolidavano il possesso, cercavano il cross sul secondo palo con insistenza. Un esempio nella slide sopra, con Milinkovic e Lazzari pronti ad andare alle spalle di Alex Sandro. D’altronde, lo scompenso di difendere a zona (a maggior ragione col rombo) è quello di lasciare spazi sul lato debole, di conseguenza il pressing sul portatore di palla deve sempre essere ottimale. Lo si è visto nel gol di Luiz Felipe, l’errore è a monte: Bernardeschi lo ha fatto crossare troppo facilmente.