Lavagna tattica: il pressing del Verona è asfissiante

cuadrado
© foto www.imagephotoagency.it

L’Hellas Verona pressa in avanti. Lazovic e Faraoni altissimi su Cuadrado e Sandro, spesso la Juve non riusciva a uscire da dietro

L’Hellas Verona di Juric è molto simile, nei principi, all’Atalanta di Gasperini. Si sta vedendo in questo primo tempo del Bentegodi, dove con un pressing asfissiante uomo su uomo sta stroncando la costruzione della Juve. Basti pensare alla posizione dei quinti, ossia Lazovic e Faraoni: erano costantemente alti in marcature sui terzini della Juve, ossia Cuadrado e Alex Sandro.

Per larghe fasi del primo tempo, i bianconeri non sono riusciti a consolidare bene il possesso: senza soluzioni di passaggio sul corto, la Juve ha esasperato i lanci per Higuain, che non sempre è riuscito a controllare. Tuttavia, questo pressing uomo su uomo porta a dei rischi, un dribbling o un’uscita sbagliata possono innescare reazioni a catena. Ciò è avvenuto per esempio in occasione del palo di Costa, dove un break di Bentancur ha seminato il panico e creato spazi. In generale, è difficile prevedere quanto durerà l’intensità dell’Hellas: già nel finale di tempo sono parsi in netto debito di ossigeno, con la Juve che piano piano è riuscita a uscire.