Juventus-Lazio 2-0, risultato e cronaca in diretta live

© foto Massimo Pinca

Juventus-Lazio, Finale di Coppa Italia 2016/2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La Juventus alza nel cielo di Roma la Coppa Italia per il terzo anno consecutivo: si tratta della dodicesima vittoria nella competizione della storia juventina che ha dominato la partita in lungo e in largo. La Lazio ha iniziato meglio con un palo colpito da Keita nei primi minuti, ma da lì fino alla fine dei primi 45′ i biancocelesti hanno faticato ad uscire dalla propria metà campo e sono capitolati sotto i colpi di Dani Alves al 12′ e di Bonucci al 25′. Nella ripresa, la formazione di Simone Inzaghi ha provato a rispondere con l’ingresso in campo di Felipe Anderson, ma i suoi tentativi sono stati vanificati dal muro difensivo bianconero, il migliore del mondo. Tra le fila biancocelesti il migliore in campo è stato Strakosha, formidabile nel negare la gioia del gol ad Higuain sia nel primo che nel secondo tempo. Ora godiamoci la festa, consapevoli che il primo passo verso il triplete è stato fatto…

Juventus-Lazio 2-0

MARCATORI: pt 12′ Dani Alves, 25′ Bonucci

JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio, Rincon; Dani Alves, Dybala (33′ st Lemina), Mandzukic; Higuain. All. Allegri.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos (8′ st Felipe Anderson), de Vrij, Wallace; Basta, Milinkovic, Biglia, Parolo (21′ pt Radu), Lulic; Immobile, Keita. All. S. Inzaghi.

NOTE: Ammonito Dani Alves. Recupero: pt 2′; st 3′.

Juventus-Lazio: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La Juventus ha amministrato il doppio vantaggio ottenuto nel primo tempo e non ha corso particolari pericoli nella ripresa, nonostante l’ingresso di Felipe Anderson abbia rischiato di mettere a repentaglio la difesa juventina in almeno un paio di occasioni.

43′ Dopo quello raccontato nel primo tempo, Strakosha vince un altro duello a tu per tu con Higuain: l’attaccante argentino, splendidamente servito da Dani Alves, controlla la sfera con l’esterno, prova ad incrociare con il destro, ma incontra l’ottima opposizione del giovane portiere albanese.

41′ Ammonito Dani Alves per proteste.

33′ Prima sostituzione tra le fila bianconere: esce tra gli applausi Dybala, al suo posto entra Lemina che va ad infoltire il reparto di centrocampo juventino.

32′ Ci prova Immobile dai 20 metri: destro potente ma centrale, blocca agevolmente Neto.

26′ Giocata sensazionale di Dani Alves che salta secco Lulic con un tunnel, effettua un traversone ben calibrato per Higuain che controlla di petto e calcia verso la porta, vedendosi respingere il tiro da un difensore laziale.

11′ Miracoloso Neto: cross dalla destra di uno scatenato Felipe Anderson, colpo di testa di Immobile che sovrasta Barzagli, ma il numero 25 bianconero è strepitoso nel respingergli la conclusione.

9′ Appena entrato, Felipe Anderson spaventa Neto, con un destro angolato che però viene deviato in corner dall’attento portiere juventino.

8′ Seconda sostituzione in casa Lazio: Inzaghi inserisce un esterno offensivo (Felipe Anderson) al posto di Bastos. I biancocelesti si schiereranno quindi con il 4-2-3-1.

Iniziata la ripresa, nessun cambio per i due tecnici nell’intervallo

SINTESI PRIMO TEMPO – Dopo lo spavento iniziale causato dal palo colpito da Keita, il primo tempo dello Stadio Olimpico è stato un monologo juventino. I bianconeri, infatti, si sono portati in vantaggio al 12′ grazie ad un’ottima combinazione tra i due esterni brasiliani, con Alex Sandro che serve sul secondo palo Dani Alves, il quale con un destro al volo trafigge Strakosha. La Lazio non riesce a reagire al gol subito ma, anzi, soffre ancora: Strakosha salva al 18′ su un tiro ravvicinato di Higuain, ma non può nulla 7′ più tardi sulla deviazione sottoporta con cui Bonucci sigla la rete del 2-0. I biancocelesti provano a tornare in partita, ma la Juventus amministra con sostanziale tranquillità l’ultima parte della prima frazione. 

47′ L’ultimo squillo del primo tempo è di marca biancoceleste, con Milinkovic-Savic che svetta più in alto di tutti in occasione di un corner, ma la sua zuccata viene neutralizzata da Neto. 

32′ La Lazio prova a riaprire la partita con Immobile, ma il suo colpo di testa su cross di Milinkovic-Savic termina a lato.

25′ Raddoppio della Juve! Calcio d’angolo di Dybala, deviazione di Alex Sandro e sottoporta Bonucci infila in rete la palla del 2-0.

21′ Primo cambio nella Lazio: Simone Inzaghi è costretto ad inserire Radu al posto di Parolo, che non era meglio delle sue condizioni già prima della partita.

18′ La Juve spreca una clamorosa occasione per raddoppiare con Higuain che, servito fantasticamente da Dani Alves con un cross rasoterra, si vede respingere la conclusione ravvicinata da uno strepitoso Strakosha. 

14′ I bianconeri continuano ad attaccare sull’onda dell’entusiasmo: sinistro forte dal limite dell’area di Dybala, è di nuovo attento Strakosha a deviare coi pugni.

12′ Juventus in vantaggio! Grande cross dalla sinistra di Alex Sandro per Dani Alves, che al volo di destro batte Strakosha. E’ un momento d’oro quello che sta trascorrendo il brasiliano.

7′ La risposta dei bianconeri non si fa attendere: sponda di Dybala per Higuain che stoppa la sfera di petto, lascia partire una conclusione volante che viene respinta coi pugni da Strakosha.

6′ Primo brivido per la Juve: lancio in verticale di Milinkovic-Savic per Keita, lo spagnolo salta secco Bonucci e cerca di sorprendere Neto sul suo palo, ma è proprio il montante a negargli la rete.

1′ Calcio d’inizio, la finale di Coppa Italia è iniziata

Juventus-Lazio: formazioni ufficiali

JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio, Rincon; Dani Alves, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disp. Buffon, Audero, Benatia, Lichtsteiner, Mattiello, Asamoah, Lemina, Kean, Sturaro, Leris, Cuadrado. All. Allegri.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Wallace; Basta, Milinkovic, Biglia, Parolo, Lulic; Immobile, Keita. A disp. Vargic, Adamonis, Patric, Hoedt, Radu, Murgia, Crecco, Lombardi, Luis Alberto, Felipe Anderson, Djordjevic, Tounkara. All. Simone Inzaghi.

ARBITRO: Tagliavento di Terni

Juventus-Lazio, probabili formazioni e prepartita

Manca poco al fischio di inizio che darà il via all’attesissima sfida tra Lazio e Juventus, valida per la finale di Coppa Italia, edizione 2016/2017. La Lazio scenderà in campo con l’obiettivo di mettere la ciliegina sulla torta ad una stagione già fantastica di per sé, in quanto, contro le previsioni della vigilia della stagione, i biancocelesti occupano la quarta posizione della classifica di Serie A e, per arrivare all’appuntamento di stasera, hanno sconfitto l’Inter ai quarti di finale e la Roma in semifinale. Anche per la Juve la sfida contro Immobile e compagni vale tanto: in primo luogo, infatti, i bianconeri vogliono mettere in cassaforte il primo titolo stagionale ed inoltre, in caso di vittoria, la Signora metterebbe in bacheca la dodicesima Coppa Italia della sua gloriosa storia e salirebbe a quota tre successi consecutivi nella competizione, obiettivo che nessuno è riuscito a centrare dal 1922 ad oggi. Nel 3-5-2 che dovrebbe proporre Simone Inzaghi per affrontare i Campioni d’Italia restano due dubbi in particolare: il primo riguarda il partner che giocherà al fianco di Immobile in attacco con Keita favorito su Felipe Anderson, visto lo strepitoso momento di forma che sta vivendo lo spagnolo, mentre l’altro nodo da sciogliere riguarda la presenza da titolare di Marco Parolo che però dovrebbe stringere i denti, nonostante la contusione al ginocchio rimediata sabato a Firenze. Si è parlato in questi giorni di un possibile ritorno alla difesa a tre, ma Allegri sembra voler optare ancora una volta per il 4-2-3-1 per cercare di alzare la Coppa questa sera: Dybala e Mandzukic dovrebbero giocare dal 1′ nonostante le non perfette condizioni fisiche, mentre Cuadrado potrebbe iniziare la gara in panchina a vantaggio di Dani Alves, il quale quindi verrebbe schierato al posto del colombiano nella corsia offensiva di destra. Viste le assenze di Pjanic e Khedira, invece, Marchisio e Rincon comporranno il duo di centrocampo.

JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Rincon, Marchisio; Dani Alves, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri.

LAZIO (3-5-2):  Strakosha; Bastos, De Vrij, Wallace; Basta, Milinkovic, Biglia, Parolo, Lulic; Immobile, Keita. All. Inzaghi.

Juventus-Lazio, i precedenti del match

Se si considerano le ultime due stagione, la Lazio ha nella Juventus la sua bestia nera più autentica in Coppa Italia. L’anno scorso, infatti, i bianconeri eliminarono i biancocelesti grazie al punteggio di 0-1 firmato dall’ex Stephan Lichtsteiner ma, per i capitolini, ancor più dolorosa fu la sconfitta subita due anni fa: nella finale del 20 maggio 2015, infatti, la Signora vinse per 1-2 allo Stadio Olimpico, alzando al cielo la decima Coppa Italia della sua storia e negando invece il trofeo alla Lazio allora allenata da Stefano Pioli. A quella gara risale anche l’ultima rete laziale (segnata da Radu) contro i bianconeri, anche perché la Signora ha trionfato pure nei due confronti diretti della stagione in corso in serie A: 0-1 all’Olimpico il 30 agosto 2016, 2-0 allo Juventus Stadium il 22 gennaio 2017. Nel 2004, invece, la Lazio conquistò la quarta Coppa Italia della sua storia nella finale (andata e ritorno) contro la Juventus allenata da Lippi.

Juventus-Lazio, l’arbitro del match

Sarà Paolo Tagliavento a dirigere la gara di questa sera in programma alle 21 allo stadio Olimpico di Roma. Si tratta della 27° direzione di una partita dei bianconeri da parte del fischietto della sezione di Terni: i precedenti con la compagine torinese dicono 11 successi per la Juventus, cinque pareggi e dieci sconfitte. In questa stagione, Tagliavento ha diretto la formazione di Allegri in due occasioni, ovvero nella trasferta persa a San Siro contro l’Inter e nella sfida di Marassi del Marzo 2017, in cui un gol di Cuadrado permise ai bianconeri di battere la Sampdoria.

 

Articolo precedente
pereyraMaxi Pereyra non dimentica e chiama Lemina
Prossimo articolo
juventus-lazioJuventus-Lazio, le pagelle bianconere