Le Pagelle di Juventus-Milan

© foto Massimo Pinca

Una Juve paziente e ordinata riesce a superare nei minuti finali un ostico Milan continuando ad allungare in classifica: ora sono momentaneamente 11 i punti sulla Roma e 13 sul Napoli

Buffon 6.5 Incolpevole sul gol di Bacca. Reattivo su Ocampos nei minuti finali.

Barzagli 5 Visibilmente in giornata no. Allegri lo schiera terzino destro e pare spaesato. Fatica a contenere Ocampos.

1′ st Lichtsteiner 6 Amministra la corsia di destra come lui sa fare! (Forse schierarlo sin dall’inizio avrebbe arginato le trame offensive del Milan da quella parte nei primi 45′).

Bonucci 6 Qualche errore in disimpegno (non da lui), ma la sua presenza è fondamentale: nessuno come Bonny sa trasmettere così tanta sicurezza ai compagni.

Benatia 7.5 Gol che apre le marcature da incorniciare! Esce precauzionalmente a metà della ripresa.

33′ st Rugani sv

Asamoah 6 Ordinaria amministrazione sulla sinistra. Forse ce lo si aspettava più arrembante in fase offensiva…

Khedira 6 A centrocampo si batte come un leone contro Bertolacci e Sosa; qualche errore di troppo in fase di impostazione.

Pjanic 6.5 Elegante e preciso come sempre, soltanto uno strepitoso Donnarumma gli nega il gol su una punizione calciata a dir poco magistralmente.

Dani Alves 5.5 Gioca fuori ruolo come Barzagli e nel primo tempo sembra non capirci nulla. Cresce nella ripresa.

Dybala 7 La “Joya” non finisce mai di stupire: sempre presente in fase offensiva e pericolo costante tra le linee; si prende poi la patata bollente del rigore e batte freddamente Donnarumma (con il qule aveva un conto in sospeso dopo Doha). Vera e propria garanzia!

Pjaca 5 Sbaglia troppi passaggi e spreca un gol facile ad inizio secondo tempo. La notte magica di Oporto pare un miraggio.

44′ st Kean sv

Higuain 6 Schermato e contenuto bene dai difensori milanisti cerca di fare il possibile: qualche buon fraseggio con Dybala e due acrobazie nel finale che valgono il prezzo del biglietto.

All. Allegri 6 Non rinuncia a schierare la squadra con il 4-2-3-1 nonostante le assenze di Chiellini e Cuadrado. Forse unico “errore” Barzagli al posto di Lichtsteiner sulla destra, ma il risultato gli dà ragione.

 

 

 

 

Articolo precedente
donnarummaE Donnarumma diceva: «Sei più bella di un gol al 90’»
Prossimo articolo
dybalaDybala a muso duro: «Sei anni che si lamentano»