Marotta: «Milinkovic? Gran talento, ma siamo orgogliosi della nostra rosa»

© foto www.imagephotoagency.it

Beppe Marotta si gode la sua Juve stratosferica, consapevole del grandissimo lavoro svolto nel mercato estivo

E’ un nuovo anno anche per il direttore generale della Juventus Beppe Marotta, che ritroverà all’Allianz Stadium i tifosi bianconeri, consapevoli che quest’anno la dirigenza juventina ha fatto un lavoro straordinario, soprattutto per l’acquisto stellare di Cristiano Ronaldo. Marotta è stato intervistato da SkySport  prima del match

LA ROSA BIANCONERA: «La panchina di oggi e l’abbondanza della rosa? Diciamo che quello che poteva essere un divario classico tra panchinari e titolari non c’è, sono tutti co-titolari. Gli impegni della Juve, con anche le Nazionali, sono tanti durante la stagione. Abbiamo allestito questa rosa perchè gli obiettivi sono tanti e si vuole arrivare fino in fondo».

IL LAVORO DI ALLEGRI:«Siamo una classe dirigente che supporta quotidianamente l’attività dell’allenatore. Non abbiamo avuto grandi problematiche in questi anni, perchè il grado di professionalità è alto nei nostri calciatori, quindi capiscono che non sempre si può giocare. Come detto gli impegni sono tanti e il fatto di fare turnover così frequenti, significa anche mettere nelle condizioni tutti di lavorare al meglio durante la settimana e negli impegni. C’è una grande intelligenza, i calciatori si sono emancipati da questo punto di vista».

SU MILINKOVIC-SAVIC: «Applaudire Milinkovic per portarlo a Torino come Ronaldo? E’ un grandissimo talento, sappiamo che è un giocatore importante e diventerà un campione. Mi limito a questo. Noi abbiamo giocatori di grandissimo prestigio, lui è ottimo, ma noi siamo orgogliosi della rosa allestita».

Articolo precedente
Tare prima del match: «Juve? Meglio incontrarla ora». E su Lotito…
Prossimo articolo
bernardeschiBernardeschi osservato speciale allo Stadium: ecco da chi