Lichtsteiner, dai margini alla Champions: ora è incedibile

© foto www.imagephotoagency.it

Il treno svizzero ha ribaltato le gerarchie di Allegri diventando di nuovo padrone della fascia destra. Lichtsteiner allontana i fantasmi di mercato e si prende l’Europa

Che bel ribaltone per Stephan Lichtsteiner! Da uomo mercato a pedina incedibile in un amen. Lo Swiss Express riscrive le gerarchie di Massimiliano Allegri, dimostrandosi, ancora una volta, terzino terribilmente affidabile. Con De Sciglio e soprattutto Howedes alle prese con i continui problemi fisici, l’ex Lazio si presenta come la prima alternativa nel ruolo di terzino destro. Anche in Europa. Alla faccia delle voci che lo volevano lontano da Torino, alla faccia dell’iniziale esclusione dalla lista Champions.

«Ho parlato con tutti, penso di rientrare in lista» ha detto sicuro ai nostri microfoni. Un po’ come successe nella scorsa stagione, prima tagliato fuori e poi reintegrato. Con un pizzico di ingratitudine o, meglio, mancata lungimiranza. Perché alla fine Lichtsteiner è sempre una sicurezza: può non fare impazzire Allegri sotto il punto di vista caratteriale/disciplinare, ma fa il suo a discreti livelli. Con dei limiti (tecnici principalmente) – è vero – ma sfidiamo chiunque a trovare terzini destri in giro per l’Europa che non ne abbiano. Ed è così che, a 34 anni appena compiuti, lo svizzero balza a due piedi in lista Champions; “rubando” il posto a Howedes, salvo sorprese.

Ciao ciao quindi al mercato, alle voci sussurrate ma rumorose che lo volevano in partenza già a gennaio. Prima in direzione Ligue One, poi verso la Bundesliga. Ma il capitano della Nazionale elvetica rimarrà bianconero. Almeno fino in estate, quando ci sarà il Mondiale. Più in là Lichtsteiner non vuole guardare, come esplicita a Sky Sport: «Rinnovo? Non lo so nemmeno io, sono concentrato fino a giugno, poi vediamo. Gioco ugualmente, bisogna andare in campo e vincere». E finché gioca come ha fatto ieri sera, ai tifosi della Juve, può anche andar bene così.