Lippi: «I playoff non piacciono a nessuno, prioritario finire i campionato»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Marcello Lippi dice la sua sulla ripresa del calcio e sulle modalità: ecco le sue opinioni, relative anche alla lotta Scudetto

Marcello Lippi dice la sua sulla ripresa del calcio. Ecco le parole dell’ex allenatore della Juventus al quotidiano Il Piccolo.

PLAYOFF«Non piacciono a nessuno. Appartengono a tantissimi sport importanti, ma le categorie più alte del calcio sono disabituate. La mia speranza è che non si debba ricorrere a formule inedite e alternative, però finire i campionati è prioritario: interromperli definitivamente, assegnare verdetti in base a una classifica parziale, sarebbe assurdo sul piano economico e sportivo. Pensate ai sacrifici dei club che hanno investito sul mercato d’inverno per raggiungere i propri obiettivi o alla frustrazione di chi non può portare avanti un’annata fantastica: l’esempio più evidente è la Lazio, in piena corsa scudetto».

SCUDETTO«La Lazio possiede qualità e compattezza, ha un ottimo portiere e difensori forti, il capocannoniere del campionato e un bravo allenatore: può competere legittimamente e prima dell’interruzione stava benissimo, però il suo slancio non era isolato: anche la Juve era in crescita, la bella vittoria sull’Inter lo ha dimostrato».

CINQUE SOSTITUZIONI«Qualsiasi scelta si faccia, c’è sempre chi ha da ridire. Certo, chi ha ventidue giocatori di alto livello gode di un vantaggio, ma a fare la differenza sarà soprattutto il gioco: le squadre che si muovono a memoria, con una fisionomia precisa, staranno meglio».

 

Condividi