Mancini: «I fischi a Bonucci non dovevano esserci»

mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Ecco le parole del ct della nazionale Roberto Mancini dopo la partita di Nations League tra Italia e Portogallo

Roberto Mancini ha parlato ai microfoni della Rai al termine del match di Nations League contro il Portogallo. Ecco che cos’ha detto.

«Nel calcio segnare è importante. Primo tempo stradominato, poi nel secondo tempo  al 70° abbiamo avuto un calo comprensibile, non potevamo stare sempre nella loro metà campo. Il Portogallo è chiaramente superiore e noi abbiamo giocato una grande gara. All’andata ho pensato che potevo giocare così e ho anche dato spazio ai giovani. Dovevamo cambiare più spesso gioco per Chiesa, ha creato superiorità numerica in avanti».

Ecco invece cos’ha detto il ct in conferenza stampa.

«I fischi a Bonucci non dovevano esserci. Dopo un quarto d’ora sono finiti, ma qui giocava la nazionale, si devono tifare tutti. Il d.n.a del Portogallo è quello di tenere la palla e non lo hanno mai fatto, pesa il fatto di aver tenuto tanto la palla ma senza fare gol. Abbiamo comunque fatto una grande partita. A volte domini la partita e poi la perdi per un contropiede. Difficile fare un pressing come lo abbiamo fatto noi, se fai gol diventa un’altra partita perché poi si aprono gli spazi e gli avversari devono scoprirsi. Oggi abbiamo comunque dimostrato di saper giocare a calcio. La garra ce l’abbiamo, in partita dobbiamo fare possesso palla, contropiede, avere tecnica e tattica. Secondo me abbiamo tutto e possiamo sistemare l’attacco, aver fatto possesso palla nella loro metà campo è stato fondamentale».

Articolo precedente
bonucci chielliniItalia Portogallo, Nations League 0-0: azzurri secondi nel girone
Prossimo articolo
chielliniChiellini: «Stiamo crescendo ma manca lucidità nei momenti decisivi»