Manfredonia a RBN: «Ecco perché il lavoro di Sarri è più complicato»

sarri
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex di Juve e Lazio Lionello Manfredonia mette sotto la lente di ingrandimento il big match di sabato sera

A presentare la gara tra e Lazio e Juve ci ha pensato il doppio ex Lionello Manfredonia, intervistato da Radio Bianconera nel corso di “Avanti Madama“.

PASSATO – «Sono due squadre con cui ho giocato e ho ottimi ricordi. Nasco come centrocampista, poi con Vinicio sono passato a difendere e con altri allenatori ho rigiocato a metà campo. Potevo giocare in più ruoli».

COME ARRIVANO LE SQUADRE – «La Lazio ha un calcio molto propositivo, Inzaghi sta facendo un grande lavoro, ha grandi individualità. È stato molto bravo anche il direttore Tare. La Juventus ha tantissimi campioni, non è semplice gestire tutti questi grandi interpreti, quindi il lavoro di Sarri forse è più complicato».

IL GIOCO DI SARRI – «Nel calcio bisogna vincere, lo spettacolo ci dovrebbe essere ma non è mai semplice in Serie A. Fino adesso la Juve ha fatto abbastanza bene, non benissimo, ma è seconda a un punto dall’Inter e anche in Champions è prima».

BENTANCUR – «A me piace molto, magari lui non ha le caratteristiche per giocare in difesa, poi ogni calciatore è figlio della sua epoca. È molto bravo, grintoso, si vede che ha temperamento sudamericano».