Mano Calabria da rigore, Rebic-Cuadrado…: nessun dubbio per i giornali

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Mano Calabria da rigore, Rebic-Cuadrado…: nessun dubbio per i giornali. Gli episodi analizzati la mattina dopo

Grandi discussioni questa mattina sugli episodi arbitrali di Milan-Juventus. In realtà i giornali sono essenzialmente concordi sui due episodi nevralgici della partita. Il tocco di mano di Calabria era effettivamente da sanzionare col calcio di rigore. Errore invece di Valeri che non vede la manata di Rebic su Cuadrado: anche in quel caso c’erano gli estremi per il penalty.

GAZZETTA – Partiamo dalla fine e cioè dal fallo di mani di Calabria che porta al rigore del pari, dopo l’on field review di Valeri suggerita dal Var. Il difensore del Milan viene colpito sul braccio mentre è di schiena dalla rovesciata di Ronaldo. Argomenti a favore: braccio largo, Calabria aumenta il volume per ostacolare il tentativo di girata. Argomenti contrari: distanza ravvicinata e Calabria è voltato di schiena, non vede la palla colpita dal portoghese. L’episodio ricorda il penalty concesso al Brescia a Cagliari alla 1a giornata di A, ma c’è una piccola differenza: Cerri saltò mancando la palla prima di essere colpito sul braccio dal tocco dell’avversario, invece Calabria va per ostacolare un tiro, assumendosi il rischio col braccio largo. Basta per il rigore? Un po’ di dubbio resta. Al 19’ s.t. Valeri lascia correre una sbracciata di Rebic a Cuadrado in area: il croato rischia.

CORRIERE – Bisogna per forza di cose partire dalla scena del 90’ che decreta l’1-1 di San Siro: la girata al volo di Cristiano Ronaldo è impattata da Calabria con il braccio, molto largo, anche se l’esterno del Milan è girato di spalle. Una corsa al Var per l’arbitro Valeri, chiamato al monitor da Nasca, prima di indicare il dischetto, che live aveva negato. Opportuna innanzitutto la scelta di seguire il suggerimento e andare al monitor, alla luce delle recenti polemiche (e delle nuove indicazioni della Figc). È uno dei tanti episodi da leggere con lo schema dell’Uomo vitruviano: la decisione finale appare sostanzialmente corretta.

TUTTOSPORT – Al 20’ gomitata di Rebic a Cuadrado in area: involontaria, ma il colpo c’è e da rigore. Al 45’ Valeri assegna (gra- zie al Var) il rigore alla Juve per mano di Calabria su rovesciata di Ronaldo: il rossonero è girato, ma il brac- cio è largo, fischio giusto.

Condividi