Marchisio: «Mi chiamavano “Principino” perché andavo al campo in abito»

Iscriviti
© foto Gazzetta.it

Claudio Marchisio racconta il perché del suo soprannome, “Principino”. Le parole dell’ex centrocampista della Juve

Intervenuto sulle pagine di Vanity Fair, Claudio Marchisio, ex centrocampista della Juve, ha parlato del suo soprannome e non solo.

PRINCIPINO«A 19 anni andavo in discoteca con l’abito, mi piaceva. Il soprannome “Principino” nasce dal fatto che spesso mi presentavo così anche agli allenamenti, ma non per vezzo: è successo spesso che arrivassi direttamente dalla serata e dormissi tre ore in macchina nel parcheggio del campo sportivo».

ASPETTO FISICO«La ceretta non la faccio perché fa troppo male, uso il rasoio sotto la doccia, come tanti altri calciatori negli spogliatoi. Le creme le rubo a mia moglie, che si incazza, ma del resto lei è bravissima a trovare le migliori».

LEGGI ANCHE: Ultimissime Juve: le notizie bianconere di oggi

Condividi