Marotta scarica Bonucci: «Voleva il Milan. Come Pirlo? No, noi abbiamo 42 milioni in più»

marotta
© foto www.imagephotoagency.it

L’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, ha parlato del mercato dei bianconeri e anche dell’addio di Bonucci

E’ sempre Leonardo Bonucci a far discutere. Il clamoroso addio del difensore della Juventus, ceduto al Milan, continua a far parlare. Beppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, è intervenuto ai microfoni di “Premium Sport” per parlare proprio dell’addio del difensore ma anche del mercato bianconero: «Quando un giocatore vuole andare via, c’è poco da fare. Sono nel calcio da 40 anni e il mondo del calcio si è evoluto, è cambiato. Bonucci voleva andare al Milan e la sua cessione non è colpa di nessuno. Lui voleva andare via ed è stata una decisione reciproca perché quando uno vuole andare via, gli accordi poi si trovano».

Prosegue l’ad della Juventus: «La sua cessione paragonabile a quella di Pirlo? No, non è la stessa cosa. Quando Pirlo lasciò il Milan, lo fece a parametro zero mentre la Juventus ha guadagnato 42 milioni di euro dalla cessone di Bonucci al Milan, 42 milioni di euro che possono essere poi reinvestiti sul mercato. Futuro? Siamo soddisfatti della rosa che abbiamo allestito ma il mercato purtroppo è ancora aperto e proveremo a cogliere le eventualità opportunità che si presenteranno».

Condividi