Mihajlovic e lo Stadium, l’espulsione può accompagnare solo

mihajlovic
© foto www.imagephotoagency.it

Derby allo Stadium e altra espulsione per Sinisa Mihajlovic che si placa neanche davanti al monitor Var

Mihajlovic più Stadium uguale espulsione. Ora non sappiamo quanto sia quotato un suo rosso all’Allianz Stadium il prossimo derby ma di sicuro visti i precedenti lo score si abbassa notevolmente. L’anno scorso, a maggio, l’espulsione ad Acquah fece perdere la testa all’allenatore del Toro. Che venne allontanato dal campo e beccato dal pubblico. Famosa anche la famosa conferenza stampa show del post partita, dedicata a tutti coloro che lo avevano insultato con epiteti razzisti. «Venite a dirmelo in faccio, io abito all’hotel principi di Piemonte» (cit.).

Epiteti di quel genere da parte dei tifosi bianconeri sono in ogni caso da condannare. Ma quello che stupisce è la reazione di quello che comunque è un professionista e un responsabile di un’intera squadra. Il self control pare però non essere molto nelle corde di Sinisa quando c’è di mezzo il derby. Già aveva avvisato nel pre gara. «Spero di finire in undici contro undici». Speranza ripagata, il problema è che lui invece la partita non l’ha finita. Colpa questa volta del contatto Khedira-Acquah, visto anche dal Var. Doveri è esplicito: palla pieno. Ma la furia di Miha non si placa nemmeno di fronte alla tecnologia… per la gioia dei social.

1. Il Mihajlovic furioso allo Stadium, un classico…e i social impazzano

2. Il Mihajlovic furioso allo Stadium, un classico…e i social impazzano

3. Il Mihajlovic furioso allo Stadium, un classico…e i social impazzano

4. Il Mihajlovic furioso allo Stadium, un classico…e i social impazzano

5. Il Mihajlovic furioso allo Stadium, un classico…e i social impazzano

6. Il Mihajlovic furioso allo Stadium, un classico…e i social impazzano

7. Il Mihajlovic furioso allo Stadium, un classico…e i social impazzano

Articolo precedente
Pagelle Juventus-Torino: Douglas Costa magnifico, Chiello impeccabile! Ma Sturaro…
Prossimo articolo
allegriAllegri, ma non troppo: «Bravi tutti, però occhio fino alla fine»