Connettiti con noi

Juventus U23

Miretti Juve: dal gol in Youth League all’esordio in A. Due strade per il futuro

Pubblicato

su

Miretti Juve: dal gol in Youth League contro il Liverpool all’esordio in Serie A nella sfida contro la Salernitana. Due strade per il futuro

Nella giornata di ieri Fabio Miretti ha messo un altro importante mattoncino nella sua breve ma già ricca carriera. Il centrocampista bianconero, subentrato nel finale a Juan Cuadrado, ha coronato così il suo sogno di giocare una partita in Serie A con la maglia del club per cui fa il tifo sin da bambino.

DOPPIO ESORDIO

Quello di ieri non è l’esordio assoluto in prima squadra. Il centrocampista bianconero (che in questa stagione continua a rimbalzare tra Juventus U23, Primavera e appunto prima squadra) aveva già avuto il privilegio di debuttare nel prestigioso palcoscenico della Champions League in occasione della sfida contro il Malmoe nella fase a gironi. Ieri è arrivato il suo “secondo esordio” volto a premiare un ragazzo che, negli ultimi mesi e non solo, ha dimostrato di saper sfruttare al massimo le sue eccellenti qualità tanto in fase di impostazione quanto in quella di interdizione, senza dimenticare l’efficacia delle sue conclusioni dalla distanza . Nemmeno una settimana fa, proprio un suo gol da fuori area spalancava alla Primavera di Bonatti le porte delle semifinali di Youth League, traguardo mai raggiunto dal club bianconero.

DUE STRADE PER IL FUTURO

Nel futuro di Miretti si aprono ora due strade. Preso atto che il club vorrà continuare a coltivare un talento nato e cresciuto in casa, il centrocampista potrebbe andare a giocare in prestito in una squadra, per esempio, di Serie B (seguendo così lo stesso percorso che è stato, tra gli altri di Fagioli e Ranocchia) oppure rimanere ancora un altro anno in Under 23 con la speranza di trovare uno spazio sempre maggiore nella formazione di Allegri.

Intanto il classe 2003 si gode il suo momento: «È stata un’emozione assurda, avevo già esordito col Malmoe ma mi mancava esordire in Serie A e sono molto contento. È un sogno che fanno tutti nel settore giovanile, io ho avuto la fortuna di arrivare a giocare nello stadio della mia squadra del cuore. Sono tifoso della Juve sin da bambino, quindi è stata un’emozione indescrivibile» ha dichiarato a Juventus TV dopo la gara di ieri. Miretti non vuole porsi limiti: la Juve lo aspetta!