Mohanad Ali-Juve, comunicato dell’Al-Shorta: «Resta con noi»

paratici, nedved
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante iracheno classe 2000 blindato dall’Al-Shorta con un comunicato. Da procrastinare l’assalto della Juventus a Mohanad Ali

Attraverso un comunicato ufficiale gli iracheni dell’Al-Shorta hanno blindato Mohanad Ali, attaccante classe 2000 finito nel mirino della Juventus. Eccolo: «Il direttivo del club ha tenuto una riunione speciale per discutere le offerte ricevute per il nazionale iracheno Mohanad Ali. I dirigenti annunciano attraverso questo comunicato ufficiale che la cessione dell’attaccante in questa finestra di mercato non viene assolutamente presa in considerazione e che resterà in squadra fino al termine della stagione. Solo a quel punto si valuterà il suo futuro, se continuerà con noi fino alla fine del contratto o se sceglierà di accettarne uno più vantaggioso». 

E ancora: «La ragione per cui non è stata accettata alcuna offerta è che non corrispondono alla valutazione data dal club a un calciatore che aspira a raggiungere i massimi livelli. Sono circolate falsità sui vari media che hanno parlato di offerte di 6 milioni di euro, mentre ripetiamo che non sono arrivate offerte congrue con le nostre richieste. Ne abbiamo discusso ma alla fine è stata presa la decisione di trattenere il calciatore fino al termine della stagione per provare a vincere il titolo nazionale e riteniamo che Mohanad Ali avrà un ruolo importante nel realizzare i sogno dei tifosi. Le offerte ufficiali ricevute sono arrivate dai seguenti club: Al-Ain (Emirati Arabi Uniti), Benfica (Portogallo), Galatasaray (Turchia), Genk (Belgio), AEK Atene (Grecia) e Juventus (Italia)».