Connettiti con noi

News

Morata, sei mesi per cambiare il destino. Barcellona, futuro e riscatto Juve

Pubblicato

su

Morata, sei mesi per cambiare il destino. Barcellona, futuro e riscatto Juve: il punto sull’attaccante dopo l’arrivo di Dusan Vlahovic

Sei mesi che possono riscrivere un destino (quasi) segnato. Alvaro Morata sembrava aver prenotato già il biglietto in questo gennaio, destinazione Barcellona. L’acquisto di Dusan Vlahovic non ha fatto altro che alimentare le voci di una separazione imminente con lo spagnolo, poi vanificata dal mancato accordo sull’asse Torino-Barcellona-Madrid. Morata è di proprietà dell’Atletico, al quale la Juventus dovrà versare 35 milioni di euro al termine della stagione per riscattarlo definitivamente.

Seconda parte di stagione, dicevamo, per cambiare il corso degli eventi. Sì, perché nelle intenzioni della dirigenza bianconera è concreta l’ipotesi di non riscattare l’attaccante, a maggior ragione viste le cifre con i Colchoneros. La Juventus, comunque, potrebbe pianificare una strategia diversa nei prossimi mesi, chiedendo magari uno sconto all’Atletico sul riscatto (intorno ai 15/20 milioni di euro). Le prossime settimane saranno decisive: dopo il CdA di febbraio, infatti, la Vecchia Signora snoderà le situazioni più intricate. Per Morata, come per gli altri 5 in scadenza a giugno (Perin, De Sciglio, Cuadrado, Bernardeschi e Dybala) il futuro è adesso.

Con l’innesto di Vlahovic, per l’ex Real Madrid potrebbe mutare l’abito tattico. Possibile tandem offensivo con il 7 serbo, ma non è da escludere anche un cambio di ruolo: Allegri, infatti, potrebbe passare al 4-3-3 e al 4-2-3-1, indirizzando il raggio d’azione di Morata “alla Mandzukic” largo a sinistra. Attese risposte, cruciali, che possono cambiare presente e futuro.