Morata gioca a carte scoperte: «La mia esperienza in bianconero? Penso che…»

morata
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante della Juventus – ora al Real Madrid – Alvaro Morata esce allo scoperto in vista di una possibile finale tra i due club

In una possibile (nonché quasi praticamente concreta) finale di Champions League tra Real Madrid e Juventus, Alvaro Morata affronterebbe la squadra di Max Allegri da ex, dopo aver precedentemente affrontando tra le fila dei bianconeri proprio il suo attuale Real Madrid nelle semifinali 2014/2015. Così il calciatore spagnolo alla tv ufficiale delle Merengues: «Al Real ci sono i migliori giocatori del mondo ed è difficile trovare spazio. Per questo decisi di andarmene, per poi tornare qui un giorno. Non appena arrivato a Torino, mi infortunai e non riuscii a finire la preparazione. Ho fatto fatica ad adattarmi, cominciai a vedere film e leggere libri in italiano. Alla fine, poi, vincemmo Serie A e Coppa Italia. Sentivo che i tifosi mi volevano bene. Poi il destino ci fece incontrare proprio il Real in Champions, soffrii molto. Avrei pagato per segnare quel gol a un altro club: sono in debito col Madrid e col Bernabeu». Morata sembra inoltre “minimizzare” così la sua parentesi biennale in bianconero: «Se Real non mi avesse ricomprato la scorsa estate, sarebbe stata l’ultima possibilità di giocare qui. Mi chiamò il mio agente mentre ero all’Europeo per dirmi che sarei tornato, con un nuovo contratto e sapendo che non mi avrebbero rivenduto, perché qui credevano in me. Era un giorno che aspettavo da tanto tempo: me ne ero andato solo per fare esperienza».

 

Articolo precedente
giampiero bonipertiBoniperti e il rigore contro il Toro: la Juve espugna il Filadelfia 2-4
Prossimo articolo
moise keanGiallo Moise Kean: la Juventus lo richiama per il derby, lui arriva infortunato