Connettiti con noi

Hanno Detto

Morata svela: «Alla Juve giocare con lui mi condiziona. Mi ricorda Nadal»

Pubblicato

su

Morata ha parlato del suo rapporto in campo con un compagno di squadra alla Juve. Le dichiarazioni dell’attaccante spagnolo

Alvaro Morata, intervistato da Onda Cero, ha svelato le sue sensazioni nel condividere il campo con Ronaldo alla Juve.

RONALDO – «Giocare al fianco di Cristiano è condizionato dalle sue richieste. È nella nostra testa che fa gol perché è il nostro giocatore più importante e se fa gol saremo vicini a vincere titoli. Fa di tutto per vincere, non per numeri individuali. È una mentalità d’acciaio, stile Rafa Nadal. È qualcosa che va ammirato e mi piace molto giocare al suo fianco».

STAGIONE«Speravo di giocare una stagione così, è uno dei migliori anni della mia carriera. Potevamo fare qualcosa di più in Serie A ma va bene. Quando gioco ho molti compagni che giocano bene con il pallone, e quello che devo fare è dare fastidio ai difensori e fare il massimo per creare opportunità in attacco. Ci sono attaccanti che segnano 30 gol e non vincono nulla, io ho la fortuna di giocare con Ronaldo che è sempre il goleador principe, e non ho avuto la pressione di segnare molto perché se hai Ronaldo in squadra, ci pensa lui».

SERGIO RAMOS – «Abbiamo avuto una transizione in nazionale. Quando iniziavo a venire qui era molto complicato, c’è stata una transizione da giocatori che avevano vinto tutto. Abbiamo una buona squadra, competitiva, e sono sicuro che l’undici che scenderà in campo giocherà alla morte, sarà difficile che faremo male. Una selezione senza Sergio Ramos è sicuramente diverso. Ha avuto una stagione difficile, tutti noi gli vogliamo molto bene e ci manca, ma rispettiamo le scelte del CT. Sono rimasto fuori nell’ultimo mondiale, c’erano già difensore che attaccanti e molti difensori hanno poi concluso la manifestazione senza minuti. Nella partita in cui siamo stati eliminati c’era bisogno di gol e non c’erano giocatori».