Moviola Barcellona-Juventus, così non Var… – FOTO

© foto www.imagephotoagency.it

Barcellona-Juventus, i casi da moviola: bene Skomina nella gestione dei cartellini, ma se ci fosse stata la Var…

La notte del Camp Nou non consente alibi. Il Barcellona è nettamente, allo stato attuale, superiore alla Juventus. Completamente rovesciati i valori di qualche mese fa anche se si tratta di una formazione, quella di Allegri, a conti fatti, ben diversa. Durante il match, l’operato dell’arbitro sloveno Skomina è stato buono e nel complesso coerente. Il fischietto della scorsa finale di Europa League ha dimostrato di saperci stare a livello europeo, gestendo al meglio la pressione. Cosa che la Juve del secondo tempo, quella del post gol del vantaggio di Messi, deve imparare a fare.

Ci vuole personalità per sventolare un giallo a Messi, “reo” di aver chiesto l’ammonizione a Pjanic. Da regolamento ci sta. Il bosniaco è stato ugualmente poi ammonito nel finale per ostruzione al neo entrato Sergi Roberto. Giuste anche le ammonizioni bianconere. Qualche protesta da parte di Barzagli per il fallo “di contenimento” su Démbelé. Il giallo però ci sta perchè il difensore bianconero da una spinta sulla schiena al neo-blaugrana.

L’episodio chiave è però un altro. Sia chiaro, sul 3-0 per il Barça nulla sarebbe cambiato. Il colpo di testa Benatia all’81’ su cui Piquè sulla linea respinge con il braccio sarebbe il classico casa da Var. La moviola in campo però in Champions non c’è. Fossimo stati in Serie A sarebbe stato, con l’ausilio del replay, rigore ed espulsione. Non una gran consolazione.

Condividi
Articolo precedente
barellaFuturo Juve: fari puntati su Barella, ma quanta concorrenza!
Prossimo articolo
howedesHowedes, l’agente svela: «Juve il top, su di lui c’era anche la Roma»