Napoli Lazio Coppa Italia 1-0: il gol di Insigne porta Gattuso in semifinale

insigne
© foto www.imagephotoagency.it

Napoli Lazio Coppa Italia: sintesi, moviola e cronaca live. Gara valida per i quarti di finale della coppa nazionale

In una partita molto divertente ricca di azioni da gol, pali, traverse, reti annullate e grandi giocate basta un lampo al secondo minuto a decidere l’esito finale: una serpentina di Insigne al secondo minuto regala agli uomini di Gattuso la semifinale di Coppa Italia. A fine gara, gli azzurri sono andati a festeggiare e cantare sotto la curva, a differenza del clima teso e freddo delle ultime uscite. La Lazio campione in carica abbandona la competizione ai quarti di finale,


Napoli-Lazio 1-0: sintesi e moviola

2′ Gol Insigne – Subito in vantaggio il Napoli, con la percussione di Insigne che calcia verso la porta e trafigge Strakosha.

8′ Rigore Lazio – Hysaj interviene in spaccata per impedire il tap-in di Caicedo, travolgendo però l’attaccante. Calcio di rigore secondo il direttore di gara.

9′ Rigore sbagliato Immobile – Scivola sul dischetto Immobile, che spedisce alto il tiro dal dischetto.

19′ Espulsione Hysaj – Il difensore albanese del Napoli prende il suo secondo giallo in meno di venti minuti commettendo un fallo da dietro su Immobile. Rimane dunque in dieci uomini la squadra di Gattuso.

25′ Espulsione Lucas Leiva – Ristabilita la parità numerica con il brasiliano del Lazio che dopo essere stato ammonito manda platealmente a quel paese l’arbitro. Il direttore di gara Massa non ci pensa due volte ed estrae il secondo giallo nei confronti dell’ex Liverpool.

63′ Gol annullato Immobile – Milinkovic-Savic vince un rimpallo con Luperto, il pallone finisce sui piedi di Immobile che con una conclusione di prima intenzione supera Ospina. Tutto fermo però visto che la posizione del capocannoniere della Serie A era irregolare.

88′ Gol annullato Acerbi – Schema su calcio d’angolo, palla fuori area verso Lazzari che calcia subito colpendo il palo dopo una deviazione. La sfera capita sui piedi di Acerbi che ribadisce in porta ma in posizione di fuorigioco.