Notizie Serie A: parla Conte, Immobile svolge nuovi tamponi

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Notizie Serie A LIVE: focus di giornata e ultima ora per restare aggiornati sulle news e risultati del campionato italiano

Domenica 15 novembre 2020: notizie Serie A.

Serie A, la top 10 dei più presenti tra gli Under 20: c’è Kulusevski

Ore 19.00 – Transfermarkt ha stilato la top ten degli Under 20 più presenti in Serie A. In lista c’è anche Kulusevski, alla settima posizione.
10) Kumbulla, Roma: 285 minuti giocati
9) Vlahovic, Fiorentina: 304 minuti giocati
8) Damsgaard, Sampdoria: 398 minuti giocati
7) Kulusevski, Juventus: 357 minuti giocati
6) Ilic, Verona: 392 minuti giocati
5) Hickey, Bologna: 416 minuti giocati
4) Rovella, Genoa: 431 minuti giocati
3) Zappa, Cagliari: 464 minuti giocati
2) Lovato, Verona: 522 minuti giocati
1) Walukiewicz, Cagliari: 630 minuti giocati

Immobile: «Totti o Del Piero? Come scegliere tra carbonara o amatriciana»

Ore 16.00 – «Chi è meglio secondo te tra Totti e Del Piero?» hanno chiesto alcuni utenti online al bomber della Serie A. La risposta del centravanti biancoceleste non ha scontentato nessuno né in casa Juve, né in casa Roma. «È come scegliere fra carbonara o amatriciana, è difficile scegliere» ha risposto il giocatore della Lazio.

Giampaolo positivo al Coronavirus, in dubbio la sua presenza con l’Inter

Ore 15.00 – In forte dubbio la presenza del tecnico granata a San Siro nel match contro l’Inter di Antonio Conte. Il Toro, dopo l’allenamento al Filadelfia, si trovava chiuso in albergo nella bolla in vista della fine della pausa Nazionali.

Lazio, Immobile stufo: svolti due tamponi privatamente. I dettagli

Ore 12.00 – La ASL ha stoppato ancora una volta Ciro Immobile, che non ha potuto aggregarsi al ritiro della Nazionale. Da Coverciano fanno sapere che: «la documentazione inviata dalla Lazio allo staff medico non consente di aggregare il giocatore al gruppo».

Immobile, disorientato e stanco di questo balletto dei tamponi con risultati alterni, si sarebbe rivolto privatamente a due laboratori di Roma per sottoporsi a nuovi controlli molecolari, fatti a casa per non violare la quarantena. L’esito lo avrà oggi ma non cambierà le cose: essendo analisi private, Immobile non potrà giocare Italia-Polonia. Qualora i tamponi dovessero dare risultato negativo, forse Ciro potrebbe esserci per la partita contro la Bosnia. Ma per dare il via libera definitivo al ritorno del bomber in campo c’è bisogno dei tamponi istituzionali.

Mancini: «Lo scudetto sarà assegnato dal tampone ma fermarsi sarebbe folle»

Ore 10.00 – Gianluca Mancini, difensore della Roma, ha parlato sulle pagine del Corriere dello Sport della stagione in corso. Queste le sue parole: «Sappiamo tutti che è un campionato strano, particolare. Infortuni e Covid decideranno la classifica finale. La Juve ha cambiato allenatore e tanti giocatori, la Roma pensa a fare partita per partita e fare il meglio possibile. Il nostro obiettivo è restare tra le prime quattro e giocarci la qualificazione alla Champions, in un campionato così bisogna stare sul pezzo e restare concentrati».

Conte: «Eriksen? Faccio il bene dell’Inter non del giocatore. Vidal non si discute»

Ore 09.00 – Sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, Antonio Conte ha parlato anche dei giocatori nerazzurri.

ERIKSEN – «Tutte le scelte che faccio sono sempre e solo per il bene dell’Inter non per quello del singolo giocatore».

BASTONI – «Un tecnico deve avere una “visione”. Guardi un ragazzo e vedi quello che potrebbe diventare. E in Bastoni l’ho visto. Ma ora mica cominceremo a parlare dei singoli vero?».

VIDAL – «Vidal è un grande giocatore, in campo sa sempre cosa fare. Avrebbe bisogno di due settimane di allenamenti full immersion, ma si gioca continuamente e quindi dovrà prendere la forma migliore giocando. Però Arturo non si discute».

Condividi