Pagelle Bologna-Juve: Dybala glaciale, Bernardeschi convincente VOTI

bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

I voti e i giudizi ai protagonisti del match valido per la 25° giornata di Serie A: pagelle Bologna-Juve

Le pagelle dei giocatori scesi in campo nell’incontro vinto 1-0 dalla Juventus allo stadio Dall’Ara di Bologna. LA CRONACA DEL MATCH

Perin 6,5 – Il Bologna è pressante ma non calcia mai all’interno dello specchio della porta. Più lavoro col pallone tra i piedi che con le mani: decisivo nel finale sul destro a giro di Sansone che spedisce sul palo.

De Sciglio 5,5 – Davanti a lui ha Cancelo con il quale duetta in proiezione offensiva. I pericoli più grandi arrivano dal suo lato con i dribbling di Sansone e la spinta di Dijks.

Bonucci 6 – Nella prima frazione soffre la fisicità di Santander che lo mette più volte in difficoltà e rischia in uscita palla al piede sbagliando qualche verticalizzazione. Cresce con l’andare dei minuti.

Rugani 6 – Più sul pezzo di Bonucci. Rimedia a qualche sbavatura dei compagni mostrandosi concentrato.

Alex Sandro 5,5 – Edera spinge dal suo lato e riesce tutto sommato a contenerlo. In avanti però lo si vede col contagocce. Dal 59′ Dybala 7 – Entra e dopo 8 minuti sfrutta l’assist involontario di Helander e battezza Skorupski con il suo mancino. Gol pesante, per il morale più che per il risultato.

Bernardeschi 6,5 – Da mezzala destra ha lo spazio per dar sfogo alla sua qualità palla al piede. Sicuramente il più centrato tra i suoi, sfiora anche la rete col suo mancino. Dal 87′ Chiellini S.V.

Bentancur 6 – Guida il centrocampo al centro del trio. Soriano lo mette in difficoltà con i suoi movimenti nel primo tempo, nella ripresa aumenta l’intensità sbagliando pochissime scelte.

Matuidi 6 – L’impegno non manca, così come la corsa. In fase offensiva però fatica. Dal 78′ Pjanic 6 – Un quarto d’ora di partita per risintonizzarsi dopo l’influenza degli ultimi giorni.

Cancelo 6 – Quando prende palla dà sempre l’impressione di poter creare qualcosa di pericoloso con la sua qualità. Come esterno d’attacco ha offerto prestazioni migliori, decisamente più a suo agio quando retrocede sulla linea di difesa.

Mandzukic 6 – Fa a sportellate con i coriacei centrali bolognesi, e offre un paio di sponde per gli inserimenti dei compagni tra cui il pallone sporco che dà il via alla rete di Dybala.

Ronaldo 5,5 – Come sempre su di lui c’è un’attenzione speciale del pubblico e degli avversari. Tocca pochi palloni anche perché servito male dai compagni.