Connettiti con noi

News

Pagelle Ferencvaros-Juve: Chiesa sbagliato tanto, CR7 a bocca asciutta VOTI

Pubblicato

su

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match di Champions League tra i bianconeri e le Aquile Verdi: Pagelle Ferencvaros Juve

Le pagelle dei protagonisti del match di Champions League tra la Juventus ed il Ferencvaros. LA CRONACA DEL MATCH

Szczesny 6 – Serata abbastanza tranquilla per lui. Copre Chiellini sul finale, peccato per la rete subita.

Cuadrado 6 – La sua esperienza torna sempre utile sulla corsia. Dal 76’ Bernardeschi 6 – Alla ricerca dell’autostima, prestazione attenta.

Bonucci 6.5 – La prima rete nasce da una sua idea, con Chiellini l’intesa è perfetta.

Chiellini 6 – Con lui dietro Pirlo è in piena sicurezza.

Danilo 6 – Appare decisamente meno brillante del solito, ma non commette grosse sbavature.

Ramsey 6.5 – Un vero peccato perderlo a inizio ripresa per il solito problema fisico, primo tempo di buon livello. Dal 53’ McKennie 7 – Corre tanto e non si risparmia, e mette in luce tutta la sua intelligenza calcistica nel velo per Morata sulla seconda rete della Juventus.

Arthur 6 – Abbastanza ordinato tatticamente, ma perde qualche pallone do troppo. Dal 46’ Bentancur 6.5 – Concede buona intensità in mediana.

Rabiot 6 – Sommariamente bene nelle due fasi, però un po’ pigro nel cambio di passo.

Chiesa 6 – Sbaglia tanto ma non stacca mai la spina, i consigli di Ronaldo lo faranno crescere anche in campo europeo. Dal 76’ Frabotta 6 – Buon esordio in Champions League.

Ronaldo 7 – La sola presenza del fuoriclasse trasmette grande solidità offensiva alla Juventus. Sbaglia clamorosamente il raddoppio e resta con la bocca asciutta: sarà più affamato domenica con la Lazio.

Morata 7.5 – Doppietta a parte, con lui la Juve ha trovato un riferimento offensivo di altissimo livello. Dal 67’ Dybala 7 – Cerca la rete con la classe, poi la retroguardia avversaria gli regala due palloni facili.

All. Pirlo 6.5 – Otto reti nelle ultime due partite significano morale, autostima e fiducia nel percorso intrapreso. In attesa di un’avversaria più significativa, la Juve appare adesso sulla buona starda.