Connettiti con noi

News

Pagelle Juve-Atalanta Primavera: Soulé la cambia, magia Miretti VOTI

Pubblicato

su

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match di campionato tra i bianconeri e gli orobici: pagelle Juve Atalanta Primavera

Le pagelle dei protagonisti del match di campionato tra la Juve Primavera e l’Atalanta. LA CRONACA DEL MATCH

Garofani 6 – Esente da colpe sui tre gol orobici. Si fa sentire nelle uscita alte e basse.

Leo 6 – Si fa vedere poco a destra, mantenendo un profilo basso senza spunti offensivi.

Nzouango 6 – Vince una serie di duelli aerei con Kobacki. Limita bene l’attaccante della Dea.

Riccio 6.5 – Anche sotto di due gol, non smette di incitare la squadra. Tiene alta la motivazione del gruppo. Dall’80’ Fiumanò SV.

Ntenda 6.5 – Cresce di livello con il passare dei minuti. Serpentina a inizio secondo tempo che stava per portare al gol. Out per infortunio. Dal 59′ Turicchia 6 – Più attento a coprire le avanzate di Renault.

Omic 5.5 – Buona interdizione, trova poca libertà di agire nell’impostazione. Ammonito, viene sostituito a inizio ripresa da Bonatti. Dal 46′ Maressa 6.5 – Cambia gli equilibri del centrocampo, inserendosi con regolarità in avanti.

Miretti 7 – Tiene in piedi il centrocampo, dando equilibrio. Sempre prezioso nel tessere le trame nell’impostazione. Eurogol dalla distanza che vale il pareggio finale.

Iling-Junior 6 – Partita a due volti. Perde parecchi palloni nel primo tempo in dribbling, costruisce azioni personali a sinistra nella ripresa. Dall’88’ Cerri SV.

Hasa 5.5 – La morsa avversarie gli impedisce di esprimersi tra le linee. Dal 46′ Soulé 7.5 – Cambia la partita, segnando il gol che riapre il match e fornendo l’assist per Sekulov.

Bonetti 6 – Grande lavoro di sacrificio il suo. Fa a sportellate, difendendo spesso palla spalle alla porta.

Sekulov 7 – Nel momento decisivo lui c’è. A tu per tu con Gelmi non sbaglia, siglando il suo secondo gol consecutivo.

All. Bonatti 6.5 – Reazione da grande squadra nel secondo tempo. Le mosse Soulé e Maressa dalla panchina cambiano il match, alimentando i rimpianti per un brutto primo tempo.