Connettiti con noi

News

Pagelle Juve Atalanta Primavera: Nzouango ispirato, Mbangula trascina – VOTI

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per la diciannovesima giornata di campionato: pagelle Juve Atalanta Primavera

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per la diciannovesima giornata di campionato: pagelle Juve Atalanta Primavera. LA CRONACA DEL MATCH


VOTI

Senko 7 Prima mezz’ora di gioco praticamente perfetta, poi concede un rigore probabilmente evitabile. La sua partita però non cambia nonostante l’episodio negativo: si riscatta in più di una circostanza, salvando i suoi con parate sensazionali. Nella ripresa subisce un altro rigore: l’unico modo per fargli gol oggi.

Savona 7 Fa buona guardia lungo la sua corsia, limitando come può le incursioni degli esterni bergamaschi. Nella ripresa si propone spesso in avanti confezionando l’assist per il pareggio di Chibozo.

Citi 6 Prova a limitare la pericolosità degli attaccanti nerazzurri, un lavoro non semplice che affronta con la massima attenzione possibile. Dal 76′ Sekularac sv.

Muharemovic 6 Alterna anticipi molto puliti ad altri in ritardo. Nella ripresa si mostra molto più solido e in crescita rispetto ai primi 45′.

Rouhi 7 Perfetto nelle letture difensive, è tuttavia meno preciso in fase di impostazione. Non si scompone anche quando è visibilmente sotto pressione.

Mulazzi 6.5 Si fa vedere con regolarità in avanti. A inizio partita concede qualche spazio di troppo ai centrocampisti dell’Atalanta, nella ripresa prende le misure e cresce per intensità e attenzione.

Nzouango 7.5 Oggi schierato in posizione più avanzata, lavora bene in entrambe le fasi, ripiegando spesso per dare una mano ai centrali di difesa. Nella ripresa cresce per attenzione e cattiveria agonistica, sfornando un prestazione molto positiva.

Hasa 7 Usa bene il proprio corpo per provare a farsi largo tra le folte marcature avversarie, molto buono il suo lavoro in fase di interdizione. Si sacrifica nel mezzo e prova a costruirsi più di un’occasione da gol. Dal 76′ Strijdonck sv. Dal 84′ Nonge Boende sv.

Turicchia 6.5 Corre, lotta e non si risparmia mai. È davvero ovunque. Nel primo tempo ha una grande occasione sul suo mancino, ma non riesce a ripetersi dopo la sfida contro la Fiorentina.

Cerri 6 Lavora bene con i propri compagni di reparto, si abbassa, riceve palla e dà respiro e sviluppo alla manovra. Gran lavoro a livello tattico il suo, sebbene arrivi solo in una circostanza al tiro. Dal 46′ Mbangula 7 Bonatti si gioca la sua carta all’intervallo per dare maggiore pericolosità e freschezza al reparto. Scommessa vinta: il 25 bianconero spacca la partita trascinando nella ripresa i bianconeri.

Chibozo 7 Prova ad utilizzare la sua consueta imprevedibilità, palla al piede e senza, per creare panico nella retroguardia avversaria. Nella ripresa trova il gol del pareggio che gli dà nuova linfa per sferrare l’attacco nel finale. Dal 67′ Maressa 6 Dà maggiore sostanza e vivacità nel mezzo per il finale di partita.

Bonatti 6 Primo tempo di sofferenza totale, in cui i suoi ragazzi mostrano tutti grande sacrificio. Nella ripresa i bianconeri entrano in campo più convinti e trovano meritatamente la rete del pareggio. Non basterà tuttavia a evitare la sconfitta.