Pagelle Juventus-Tottenham: Higuain divino, ma Alex Sandro fallisce. E Buffon…

Higuain
© foto www.imagephotoagency.it

Pagelle Juventus-Tottenham: prova eccezionale per il Pipita, ma anche Pjanic si supera. Male Alex Sandro, così così Benatia e Chiellini

BUFFON 5.5 – Nel primo tempo è strepitoso. Prima su Kane, poi su Alli. Dimostrando di poter essere decisivo, in qualsiasi circostanza. Macchia una bella gara con l’errore sulla punizione del 2-2. Un errore fin troppo grave per uno come lui…

DE SCIGLIO 6.5 – Ennesima prova di spessore, ennesima gara in cui dimostra che con la testa c’è. Eccome. Dele Ali può solo accompagnare.

BENATIA 5.5 – Meno preciso del solito e, a dire la verità, fin troppo pasticcione. Eriksen e Alli non gli danno tregua. E sul gol di Kane anche lui viene beffato.

CHIELLINI 5.5 – Tutt’altro che irreprensibile, soprattutto quando stoppa irregolarmente Kane nell’azione della punizione che vale il 2-2. L’inglese lo ha messo in grande difficoltà: esame non superato, in attesa di Wembley…

ALEX SANDRO 5 – Tiene in gioco Kane in occasione del 2-1. Ma soprattutto non si vede mai quando c’è da spingere. E pensare che di campo ne avrebbe avuto in abbondanza. Sicuri che il titolare non sia Asamoah?

PJANIC 7 – E’ arrivato alla Juve che era un ottimo giocatore. Ora è un fenomeno. In un anno e mezzo con i bianconeri ha acquisito una personalità incredibile, che gli consente di indirizzare le partite quando vuole. Già dopo 80 secondi. Per info chiedere alla difesa degli Spurs, uccellata dal pallone delizioso per Higuain.

KHEDIRA 6 – Matuidi è tutta un’altra cosa, soprattutto quest’anno, ma la diga di matrice tedesca nel primo tempo funziona. Nella ripresa un problema ai flessori lo mette ko (21′ st BENTANCUR 5.5 – Male l’approccio. Dimostra di essere ancora acerbo per partite di questo spessore. Rischia persino l’espulsione: non ci siamo).

DOUGLAS COSTA 6.5 – Fa tanto in fase di ripiegamento, ma quando strappa è devastante. Aurier nel primo tempo è costretto a stenderlo in area, regalando il rigore che però Higuain sciupa malamente.

BERNARDESCHI 6 – Conquista il rigore del 2-0, ma deve ringraziare l’incauto Davies. Poi però si annebbia: qualche pallone perso, un paio di falli inutili e la sensazione che l’emozione abbia giocato brutti scherzi.

MANDZUKIC 6 – Lotta come un leone. Lotta anche con un dolore all’anca che non gli dà respiro nella ripresa. Ma la brillantezza, soprattutto negli ultimi trenta metri, è ancora una lontana parente del croato (31′ st STURARO NG).

HIGUAIN 7.5 – In otto minuti fa quello che, in tanti, non riescono a fare in una carriera. Prima capitalizza l’assist di Pjanic con un destro magico, poi trasforma il rigore del 2-0 con freddezza da campione. Non riesce nel bis verso la fine del primo tempo, ma la prova del Pipita è una delle migliori della sua carriera. Regista della fase offensiva, ma anche straordinariamente abile nel far salire la squadra. Nella notte dello Stadium ha dimostrato una cosa: è ancora più forte di Kane.

ALL. ALLEGRI 5.5 – La Juve, il 4-2-3-1, non lo regge più. Lo prova la gara contro il Tottenham, che tiene in mano il possesso palla e che mette a ferro e fuoco una difesa che con il 4-3-3 era ermetica come poche altre al mondo. Paga, suo malgrado, la pesantissima assenza di Matuidi. A Wembley sarà dura, ma la Juve della prima mezz’ora può qualificarsi in carrozza.

Articolo precedente
Juventus-Tottenham 2-2 Highlights e Gol: Kane ed Eriksen rimontano Higuain – VIDEO
Prossimo articolo
Juventus-Tottenham 2-2: blitz di Higuain, batosta Eriksen