Connettiti con noi

Juventus U23

Pagelle Piacenza Juventus U23: primo gol De Winter, i cambi incidono VOTI

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per l’ottava giornata di Serie C: pagelle Piacenza Juventus U23

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per l’ottava giornata di Serie C: pagelle Piacenza Juventus U23. LA CRONACA DEL MATCH

Garofani 7 – Se la Juventus riesce a strappare un punto al Garilli grande merito va dato a lui. Monumentale su Corbari (a ripetizione) ma anche nella ripresa su Suljic e Lamesta.

Leo 6.5 – Mette corpo e anima per salvare la squadra, immolandosi al tiro a colpo sicuro di Cesarini.

De Winter 7 – Sblocca l’astinenza da gol che durava da tre anni, ed è anche il primo centro tra i professionisti. Ruggito di importanza vitale, in un momento delicato della partita.

Stramaccioni 6.5 – Prende le contromisure col passare dei minuti all’attacco piacentino, rimpolpando di fisicità la retroguardia di Zauli.

Barbieri 6 – Meno brillante rispetto all’ultima uscita. Mantiene un profilo più guardingo, restando basso ed evitando di attaccare troppo. Dal 46′ Turicchia 6.5 – Solido a sinistra, al suo secondo gettone tra i professionisti.

Zuelli 6 – Inizia da mezz’ala per poi chiudere la partita da regista. Più positivo nella seconda parte di gara, dove tocca più palloni e ha libertà di impostare.

Leone 6 – Il centrocampo del Piacenza lascia poche possibilità di ragionare. Gioca semplice: pulito e ordinato nella manovra. Dal 65′ Sersanti 6.5 – Solo uno straordinario Pretelli gli nega la gioia del gol. Il tiro era pura abilità balistica.

Miretti 6.5 – Il suo talento esce lentamente fuori nel secondo tempo. Il Piacenza allenta la morsa e lui ha più libertà di impostare e disegnare gioco.

Aké 6 – Motorino instancabile in avanti. Attacca, calcia, va vicino al gol, ma spesso pecca di troppa frenesia in zona offensiva. Dall’84 Compagnon SV.

Cudrig 5 – Ha avuto sui piedi forse la chance più ghiotta del match. Inspiegabile, come, a porta vuota, abbia rallentato così tanto prima di calciare. Dal 46′ Pecorino 6 – Ipnotizzato da Pretelli. Peccato, si era costruito da solo una grande chance.

Sekulov 5 – Altra serata no. Finisce per essere inghiottito dalla difesa avversaria. Dal 46′ Soulé 6.5 – Quando entra dalla panchina è bravo a spaccare il ritmo di gara. Brivido finale, in cui sfiora il 2-1.

All. Conte 6 (Zauli squalificato) – Legge bene la partita e cambia volto alla sua Juve. Secondo tempo e reazione che gli danno ragione.


Advertisement
Advertisement

New Generation

Advertisement

TV BIANCONERA

Advertisement