Pedone: «Con la Juventus U17 stiamo lavorando bene, sono contento»

© foto www.imagephotoagency.it

Francesco Pedone, tecnico della Juventus Under 17, ha parlato della nuova stagione bianconera. Le sue parole

Pedone, tecnico della Juventus Under 17, ha parlato ai microfoni di Jtv della nuova stagione.

INIZIO STAGIONE«La prima partita è sempre particolare, rompe il ghiaccio, anche se noi siamo riusciti a fare due tornei quindi siamo stati fortunati. Eravamo un po’ più avanti. La prima è andata bene. Il risultato è stato largo, abbiamo fatto un’ottima gara con un atteggiamento giusto e propositivo. Siamo contenti di questo inizio».

CONFRONTI«A livello giovanile, confrontarsi con realtà europee è un aspetto positivo per valutare il livello in cui sei. Confrontarsi con culture diverse ci fa capire il nostro livello. In Germania abbiamo giocato con squadre di livello e abbiamo ottenuto un primo posto. Il cammino è lungo, è fondamentale crescere sempre per poi migliorare nel lungo periodo».

GRUPPO«Ogni anno ho avuto gruppi diversi, sia a livello tecnico ma anche caratteriale. La bravura sta nel capire dove poter lavorare e trovare le chiavi giuste per far migliorare i ragazzi. Devi entrare nella squadra che hai in mano. Quest’anno abbiamo un gruppo abituato a lavorare bene, c’è da migliorare in tanti aspetti ma sono contento dei ragazzi e di quello che stiamo facendo. Stiamo facendo un buon lavoro, dobbiamo continuare e intraprendere questa squadra per tutte le gare della stagione».

UNDER 17 «Il primo concetto che ho dato ai ragazzi è proprio quello che questa categoria è particolare per molti ragazzi. Devono lottare e metterci qualcosa in più. Devono raggiungere un livello tale per poi fare la Primavera. È fondamentale per poi fare i giocatori professionisti».

MIGLIORAMENTI«L’aspetto tecnico è sempre più importante, migliorare il proprio bagaglio tecnico è importante per perfezionare il tutto. Un aspetto che dobbiamo migliorare nei mesi è la lettura della partita perché a quell’età non sempre hai la maturità».

LEGGI ANCHE: Ultimissime Juve: le news bianconere

Condividi