Pedone: «Dobbiamo cercare sempre il massimo da noi stessi» – VIDEO

Un’altra vittoria per la Juventus Under 17, questa volta contro l’Entella. Al termine del match, Pedone ha parlato così

(Marco Baridon inviato a Vinovo) – Un’altra vittoria per la Juventus Under 17, che ha battuto la Virtus Entella 4-1. Francesco Pedone, al termine del match, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.

LA GARA«È stata una vittoria importante, non è facile tenere sempre alta la tensione. I ragazzi a volte mollano sotto l’aspetto agonistico ma fa parte del percorso e della crescita. Dobbiamo essere bravi. Lavorando sempre con la testa giusta poi te lo ritrovi nelle partite importanti. Dobbiamo dare il massimo».

SOLUZIONE TATTICA«A me piace mettere dei giocatori di talento e far giocare la squadra in modo propositivo e mettere il loro talento a servizio della squadra. Chi ha queste qualità a volte pecca in altre cose. Dobbiamo migliorare certi limiti. Giocare insieme si può se tutti si sacrificano. I singoli si esaltano se la squadra ha i concetti chiari».

CENTROCAMPISTI «Mi piace che loro siano a 360 gradi protagonisti del gioco. Il motore della squadra sono i centrocampisti duttili che sanno far tante cose. Mi piace che siano protagonisti anche quando si sbaglia. Fare li aiuterà a crescere».

SAVONA «Questo gruppo mi mette in difficoltà perché tutti i ragazzi lavorano veramente bene. Hanno creato una bella chimica. Il fatto di lavorare bene durante la settimana fa sì che le prestazioni siano positive, quando entri in campo se hai fatto tutto bene sei pronto. Savona ha sempre lavorato bene».

CALCI D’ANGOLO «Ci sono tanti aspetti del gioco che si possono migliorare. Le palle inattive, nel lavoro che facciamo, è una percentuale minima. Per noi sono più importanti altre cose ma sicuramente possiamo far meglio sulle palle da fermo».

FIUMANO’«Sta bene, anche Pisapia ha preso una botta. Mulazzi si è fatto male in Nazionale, ha una lesione muscolare. Devo stare attento a queste cose, a quanto giocano in Nazionale, a quanto si allenano… Ho preferito togliere Fiumanò e Miretti che vanno in Nazionale. Cerco di tenere conto anche di questo».