Perinetti: «Sarri compatibile con la Juve, si è adattato ai giocatori»

© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Giorgio Perinetti sulla Juventus, dopo la sfida con il Sassuolo. Le sue parole

Giorgio Perinetti, ex dirigente del Palermo e del Genoa, ha parlato ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di Terzo Tempo. Ecco le sue parole.

BLACKOUT – «Sarri conosce meglio di tutti i suoi uomini, sicuramente si è creata una situazione abbastanza particolare con questa ripresa atipica di campionato. La Juventus come squadra di vertice è abituata a giocare ogni tre giorni, ma sicuramente gli impegni ravvicinati e il caldo hanno creato disagi. Forse la Juventus ha l’idea di essere padrona del campionato e questo può creare qualche amnesia. Sicuramente i bianconeri devono amministrare il risultato in campionato e arrivare poi a giocarsi la Champions League. Quest’anno questi momenti di blackout sono capitati più spesso, ma potrebbe essere legato a questa ripresa anomala dopo il Covid-19».

SARRI – «Non credo che ci sia grande incompatibilità. Sarri è una persona intelligente con una sua personalità, a volte il suo modo di concepire le cose sembra distante dal mondo Juve, ma non vedo una distanza così eclatante. Quello che risalta di più è che Sarri ha dovuto abbandonare il suo concetto di calcio per esaltare le qualità dei giocatori che forse si sposavano poco con il suo modo di intendere il calcio. Ma è una questione di intelligenza, si è adattato alle qualità del gruppo. La cosa importante alla Juve è vincere».

Condividi