Pioli pigliatutto, Milan ai quarti di Coppa Italia. Rigori amari per il Torino

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan passa il turno in Coppa Italia e regala l’ennesimo dispiacere stagionale a un Torino smarrito. Ai quarti Inter o Fiorentina

Può sembrare il replay del campionato, vince ancora il Milan e il Torino torna a casa sconfitto. Ma i granata, nonostante le formazione ampiamente rimaneggiate, reggono fino ai rigori, decisivo l’errore di Rincon e la qualità dei tiratori rossoneri: apre Kessie e chiude Calhanoglu (vicino al rinnovo), ennesimo successo di una stagione da incorniciare per Pioli che rischia di affrontare l’Inter (o la Fiorentina) ai quarti. Per Giampaolo l’amara consolazione di una squadra viva, che rema compatta nello stesso verso, comprese le “riserve”. Ma non basta per invertire il trend di una stagione finora da incubo e l’infortunio alla spalla sinistra di Vojvoda preoccupa.

Servono rinforzi immediati e di livello (Kouame o Lammers in pole, mentre Meité, ancora in tribuna, è sempre più vicino al Milan), per scalare una classifica che al momento condanna i granata, anche oltre i loro demeriti. E’ anche la partita del ritorno più anonimo possibile di Ibrahimovic, ancora evidentemente non in condizione e protagonista solo con un tiro alle stelle e parecchia insofferenza. I compagni hanno avuto il merito di riconsegnargli una squadra ancora prima in classifica, e addirittura in fuga sull’Inter. Il “suo” Milan ha dimostrato di essere da scudetto anche senza di lui, e ora, con il suo ritorno, non può che crescere in personalità, consapevolezza e peso offensivo. Intanto l’infortunio di Simakan potrebbe cambiare qualcosa nelle strategie di mercato rossonere, magari dirottarle su Tomori, difensore classe ’97 del Chelsea?

LEGGI ANCHE: Ambrosini: «Pirlo punta al dominio del gioco. E Locatelli…»

Condividi