Pirlo Maestro a Coverciano: i punti essenziali della tesi e del suo calcio

juve pirlo
© foto JuventusNews24.com

Andrea Pirlo ha discusso a Coverciano la sua tesi «Il mio calcio». I punti essenziali e le idee del tecnico della Juventus

«Il mio calcio»: questo il titolo della tesi discussa ieri a Coverciano da Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, per poter conseguire il patentino da allenatore Uefa Master Pro. Come riporta La Stampa in edicola oggi, tre i punti essenziali del suo calcio: equilibrio tra spettacolo e concretezza, pressione alta e difesa aggressiva, Idee proiettate nel futuro .

EQUILIBRIO – «La visione del calcio di Pirlo, illustrata nella tesi, fonde la ricerca del bel gioco e il gusto dell’estetica con la concretezza imposta dalla legge del risultato, ancor più marcata per chi ha la responsabilità e la fortuna di guidare un top club obbligato a vincere».

PRESSIONE – «La fedeltà al motto «Vincere è l’unica cosa che conta» non stride quindi con l’idea di insegnare un calcio divertente, di respiro europeo, che punta a pressare alto e accetta anche i duelli uno contro uno, con una difesa aggressiva che sale senza scomporre la linea».

IDEE – «La visione di Pirlo non è solo moderna, è proiettata nel futuro: «All’avanguardia» dice il relatore Renzo Ulivieri. Segno che non attinge solo all’esperienza, ma studia soluzioni tattiche inedite che si appresta a sperimentare alla Continassa».

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: prime pagine quotidiani sportivi – 15 settembre 2020

Condividi