Pirlo, che rimpianto: «Quello era il regista che avrebbe voluto»

© foto www.imagephotoagency.it

Pirlo, che rimpianto: è lui il regista che avrebbe voluto. Ora il tecnico della Juventus ha deciso di giocare senza playmaker

Racconta La Gazzetta dello Sport stamattina: il paradosso è che mister play ha scelto di giocare senza play: Pjanic se n’è andato («Un po’ mi assomiglia – disse di lui tempo fa il tecnico bianconero -, però siamo diversi»), il regista che avrebbe voluto lui (Manuel Locatelli) non è mai arrivato e a Pirlo è bastato un mese di pre campionato per capire che è meglio rinunciare al centrocampo a tre e puntare tutto sul doppio mediano.

Non a caso sia contro la Sampdoria sia contro la Roma abbiamo visto la coppia McKennie-Rabiot, che domenica sera all’Olimpico è stata sostituita nel secondo tempo dal duo Ben- tancur-Arthur. Saranno loro quattro a contendersi i due posti disponibili in mezzo di partita in partita, più Ramsey che in quest’avvio di stagione è stato impiegato sempre come trequartista ma può serenamente occupare uno dei due posti anche nel centrocampo a due.

LEGGI ANCHE: Szczesny cambia ruolo per Pirlo: gioca anche a 25 metri dalla porta

Condividi