Connettiti con noi

Settore Giovanile

Juve Primavera opaca, il Genoa la spunta con Zanimacchia

Pubblicato

su

La Juve Primavera di Dal Canto non sa più vincere: il Genoa espugna Vinovo con una punizione di Zanimacchia. Per la Juve è notte fonda

Se il pareggio contro il Bologna non è stato accolto con il sorriso, figuriamoci la sconfitta contro il Genoa. Questa Juve Primavera è davvero troppo brutta per essere vera: distratta in fase difensiva, confusa nella costruzione del gioco e impalpabile davanti. Un piccolo alibi però, in verità, va concesso alla formazione bianconera: per la prima volta Dal Canto ha proposto il 4-3-3, introducendo qualche novità nell’assetto tattico. Novità mal digerite dai bianconeri, che hanno di fatto oscurato l’esordio del nuovo arrivato Del Sole con una prestazione decisamente sottotono. La squalifica di Zanandrea dietro ha portato la Juve a testare la difesa a quattro. Che, oltre a non aver garantito la necessaria copertura sulle corsie laterali, ha anche annullato la spinta di un Tripaldelli solitamente propositivo ma oggi più simile ad un fantasma. E il Genoa, un modesto Genoa a dire il vero, fa il colpaccio a Vinovo senza nemmeno fare granché: basta una punizione di Zanimacchia, letta nel peggiore dei modi da Loria, per mandare gambe all’aria una Juve mai sul pezzo.

Niente aggancio al terzo posto, dunque, per la truppa di Dal Canto, che adesso si ritrova a rischiare anche l’accesso ai playoff. Nel gruppone della parte sinistra della classifica Milan, Roma, Fiorentina e Toro scalpitano e questa Juve fatica a tenere il passo delle altre. Contro il Genoa è arrivata una prova schiacciante. Perché anche dopo il gol di Zanimacchia la squadra è sparita dal campo: Del Sole è parso un pesce fuor d’acqua, Portanova non ha brillato e anche il generoso Olivieri ha finito per vagare sul fronte offensivo senza una meta. Nella ripresa ci è voluto il miglior Loria per rendere il passivo meno pesante sulla conclusione di Salcedo. E gli sterili tentativi dei punteros bianconeri, unito al colpo di testa di Delli Carri in pieno recupero, non hanno sortito alcun effetto. Per la felicità di un Genoa tutt’altro che irresistibile.

Clicca qui per le pagelle di Juventus-Genoa

JUVENTUS-GENOA 0-1
MARCATORI:
pt 24′ Zanimacchia.
JUVENTUS (4-3-3): Loria; Meneghini, Delli Carri, Vogliacco, Tripaldelli; Nicolussi Caviglia, Morrone, Muratore; Del Sole (15′ st Morachioli), Olivieri (31′ st Kulenovic), Portanova (15′ st Montaperto). A disp. Busti, Anzolin, Capellini, Pereira Serrao, Merio, Kameraj, Di Pardo, Bandeira, Lonoce. All. Dal Canto
GENOA (4-4-2): Rollandi; Piccardo, Altare, Seno, Oprut; Karic, Zola (35′ st Bruzzo), Sibilia, Micovschi; Zanimacchia (40′ st Romairone), Salcedo (44′ st Pedersen). A disp. Bulgarelli, Tazzer, Palmese, Trabacca, Zanoli, Silvestri, Odasso, De Paoli. All. Sabatini.
ARBITRO: Mei di Pesaro.
NOTE: ammoniti Seno, Piccardo, Tripaldelli, Muratore.

Interviste video dal nostro inviato a Vinovo Giovanni Albanese

Advertisement
Advertisement

New Generation

Advertisement

TV BIANCONERA

Advertisement