Quale sarà il futuro di Moise Kean? Ecco i possibili scenari

moise kean
© foto www.imagephotoagency.it

Il baby talento classe 2000 sembrava essere destinato alla cessione in prestito, ma ha ben figurato nella tournée americana

Il futuro di Moise Kean è ancora tutto in fase di definizione. L’enfant prodige, infatti, ha diverse richieste sia da società di Serie A che dall’estero, ma la Juventus potrebbe anche essere intenzionata a tenerlo a Torino, ammesso che tale volontà coincida con quelle dell’agente del giovane ragazzo, Mino Raiola.

L’ESTATE DI KEAN – Originariamente, l’idea della Juve era quella di cedere in prestito l’attaccante classe 2000 al fine di farlo crescere e riportarlo a casa una volta fattosi le ossa. Massimiliano Allegri, tuttavia, è rimasto molto ben impressionato dalle prestazioni di Kean in queste prime amichevoli estive (soprattutto di quella sfoderata contro il Psg) e potrebbe essere intenzionato a farlo restare, visto anche il mancato innesto di Schick e la trattativa per Keita che stenta a decollare.

DISACCORDO CON RAIOLA – Potrebbe non essere dello stesso parere, però, l’agente di Kean, Mino Raiola. Il procuratore, infatti, vorrebbe che il suo assistito trascorresse una stagione in prestito all’estero, dove le richieste non mancano, soprattutto dalla Eredivise in Olanda: la Juve, invece, preferirebbe che il proprio talento proseguisse la sua gavetta in campionato di massimo livello come la Serie A, magari proponendogli una cessione a titolo appunto temporaneo a squadre come Crotone, Verona o Bologna.