Rabiot, il piccolo ribelle accostato sempre alla Juve

© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista del PSG è sempre uno degli obiettivi di calciomercato dei bianconeri. Rabiot Juve: le ultimissime notizie

A Milano è andato in scena un incontro di calciomercato tra il ds del PSG Antero Henrique e il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici. Il dirigente del club parigino è arrivato nella capitale del calciomercato italiano per trattare la cessione di alcuni pezzi pregiati del PSG. I parigini hanno bisogno di mettere a bilancio alcuni milioni (si parla di 60) di plusvalenze e hanno ceduto Javier Pastore alla Roma. Anche altri elementi potrebbero lasciare la rosa di Tuchel, neo allenatore del PSG, tra cui Adrien Rabiot. Il centrocampista classe ’95 non ha rinnovato il suo accordo con il club parigino, attualmente in scadenza nel 2019, e deve essere ceduto in estate per non rischiare di perderlo a parametro zero tra 12 mesi. Il calciatore è stato da sempre accostato alla Juve e il suo è un nome che ritorna.

Rabiot Juve: le ultimissime

Al momento però i bianconeri avrebbero altri obiettivi primari. La Juventus ha ufficializzato quest’oggi l’arrivo di Emre Can e cerca un altro centrocampista ma gli obiettivi sono altri. Milinkovic-Savic, come vi abbiamo riferito alcuni mesi fa, è in cima alla lista dei desideri di Marotta, Paratici e Allegri. Adrien Rabiot è sceso in campo 50 volte in questa sua stagione con il PSG per un totale di 3.735 minuti. Il centrocampista, sempre utilizzato da Unai Emery, ha realizzato 5 gol e ha sfornato 7 assist. Il suo apporto al centrocampo del PSG è stato importante in questi anni ma le strade dei parigini e di Adrien Rabiot potrebbero dividersi. Adrien ha dimostrato di avere carattere, una forte personalità ma anche un certo caratterino. In estate ha detto no alla Nazionale francese: il ct Deschamps lo aveva inserito tra le riserve, il centrocampista si è cancellato dalla lista. Il PSG in seguito lo ha difeso: «E’ sempre stato professionale». Ora un nome che ritorna nel mercato della Juve.

Articolo precedente
Emre Can: «Non vedevo l’ora di essere qui. Allegri è un grandissimo allenatore»
Prossimo articolo
Da Pirlo a Emre Can: i grandi colpi a zero di Marotta e Paratici