Connettiti con noi

News

Ramsey ancora ko. Idillio con Pirlo, i tifosi dicono basta: «Inaffidabile»

Pubblicato

su

Ramsey ancora ko. Pirlo lo stima, i tifosi perdono la pazienza: «Inaffidabile». Ennesimo problema muscolare per il gallese

La comprovata fragilità muscolare di Aaron Ramsey resta il grandissimo limite del centrocampista gallese che, all’inizio della sua seconda stagione alla Juventus, pareva aver trovato una dimensione più che soddisfacente per rendimento offerto. Contro il Ferencvaros, ieri sera, è arrivato però l’ennesimo infortunio che conferma la sua spaventosa propensione ai problemi di natura fisica (anche la passata settimana aveva accusato qualche noia). «In mattinata Aaron Ramsey è stato sottoposto a esami presso il J Medical, che hanno evidenziato una lesione di basso grado a carico del muscolo retto femorale della coscia destra. Tra 10 giorni verrà nuovamente rivalutato», recita il comunicato della Juventus dopo gli accertamenti strumentali svolti al rientro della squadra bianconera a Torino. Facendo due calcoli veloci l’ex Arsenal sarà certamente costretto a saltare la gara di domenica all’Olimpico contro la Lazio. Ma rischia fortemente anche le due successive partite: in campionato contro il Cagliari (21 novembre), in Champions ancora col Ferencvaros (24 novembre). Questo ovviamente in attesa di ulteriori valutazioni e dei tempi necessari per riaverlo in forma gara.

L’idillio con Pirlo, un peccato

È un peccato. Dopo una prima annata negativa in bianconero, anche questa profondamente segnata dai continui acciacchi muscolari (mai gravi ma reiterati), Ramsey era entrato in maniera più che positiva nei meccanismi di Pirlo. Il gallese ha inizio stagione – a differenza di molti compagni – ha la possibilità di lavorare con continuità alla Continassa: il tecnico bianconero ne ha immediatamente apprezzato qualità tecniche e intelligenza tattica. Il ruolo cucitogli addosso di collante tra centrocampo e attacco, con importanti mansioni di copertura in fase di non possesso, sembrava calzargli a pennello. «Ramsey ha solo bisogno di star bene. Lui è un grande giocatore, molto intelligente. L’unica speranza è averlo a disposizione, ha sempre dimostrato di essere un giocatore importante», diceva Pirlo quasi fatalmente un paio di settimane fa. Mentre lo stesso giocatore, a campionato appena iniziato, aveva speso parole di elogio per il tecnico: «Abbiamo un nuovo allenatore, un nuovo staff, nuove idee e noi giocatori siamo molto presi da questo. Credo che la differenza è che ci sia molto divertimento, gli allenamenti sono duri ma danno grande soddisfazione». Una dichiarazione di profonda stima nei confronti del tecnico che l’ha reso da subito un punto di riferimento nella sua Juve. Naturalmente ci sono tutti gli estremi perché l’idillio possa continuare dopo il recupero.

 

E poi ci sono i tifosi… spazientiti

C’è tuttavia una nutrita parte della tifoseria, che manifesta il suo pensiero attraverso i social, ormai spazientita per i continui “stop and go” del gallese. Ramsey viene considerato da molti un giocatore inaffidabile e paragonabile, per fragilità, all’ormai ex bianconero Douglas Costa. Difficile negare le ottime prove offerte sotto la gestione di Pirlo, ma la sua delicatezza fisica lo rendono un calciatore troppo inaffidabile. Riflessioni che fanno il paio con il lauto stipendio da 7 milioni netti percepiti dal gallese. Considerati troppi per un giocatore che non può offrire continuità di rendimento.

Continua a leggere
Advertisement