Renzi attacca Spadafora: «Il suo protagonismo ora non è più tollerabile»

Iscriviti
renzi
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex Premier Matteo Renzi ha rilasciato un’intervista, rivolgendo un duro attacco nei confronti del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora

L’ex Premier Matteo Renzi ha parlato ai taccuini del Corriere dello Sport, intervenendo a proposito della ripresa del calcio dopo l’emergenza Coronavirus. Queste le sue parole e il suo attacco al ministro dello Sport Vincenzo Spadafora.

SPORT – «Improvvisamente neghiamo l’importanza dello sport. Lo sport allenta la tensione e ci aiuta a vivere. Sport anche come crescita sociale. Una ricchezza che non possiamo perdere. Il calcio è indice di normalità e io non voglio vivere nell’eccezionalità fino al vaccino. Il calcio è elemento di valore in Italia e deve riaprire con le giuste modalità. Chi si sta opponendo alla ripartenza del campionato lo sta facendo per un’urgenza di visibilità». 

SPADAFORA – «Sono dalla parte di Gravina. La sua è una battuta di sopravvivenza. Il calcio ha un valore sociale ed è anche un business. I diritti TV mantengono il calcio in tutto il mondo. Il blocco mette a rischio l’intero sistema. Ci sono società che potrebbero non iscriversi al prossimo campionato. Il protagonismo del ministro Spadafora non è più tollerabile. Oggi ci sono tutte le condizioni per ricominciare fidandosi della comunità scientifica».

Condividi