Rosetti: «Fuorigioco? Teoricamente basta anche un millimetro»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Commissione arbtiri della Uefa, Roberto Rosetti, ha parlato della diatriba sul fuorigioco: ecco le sue parole

Il presidente della Commissione arbitri della Uefa, Roberto Rosetti, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole sulla diatriba riguardante il fuorigioco.

FUORIGIOCO«Qualsiasi parte del corpo, braccia escluse, più vicina alla linea di porta sia del pallone sia del penultimo difendente, è fuorigioco. Quindi, teoricamente, un millimetro basta. Ma, per i Var, in alcune situazioni al limite è complicato determinare i pochissimi centimetri. Se per valutare un offside di pochissimi centimetri occorrono svariati minuti per posizionare le linee, ed esiste una difficoltà reale nel determinare se è fuorigioco, sempre meglio lasciare la decisione del campo. Il protocollo Ifab insiste su questo concetto: la decisione va cambiata solo se le immagini provano una chiara evidenza».

Condividi